Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

I revisori e il bilancio previsionale di Roma

Campidoglio ottobre 2014IMG_0313

AGGIORNAMENTO 21 GENNAIO  2017: L’ Oref, l’organo dei revisori ,  ha promosso la finanziaria del Campidoglio e il documento unico di programmazione della giunta Raggi.  Il parere favorevole è vincolato però a  dodici tra prescrizioni, sollecitazioni e raccomandazioni. Alcuni esempi:  «evidenziando il disequilibrio e la non omogeneità tra le entrate e le uscite straordinarie» l’ Oref «raccomanda di limitare il più possibile, l’utilizzo delle entrate straordinarie non ripetitive a copertura della spesa corrente» e «l’adozione di idonei piani industriali atti a garantire una più efficiente erogazione dei servizi nell’ottica di una razionalizzazione della spesa, prevedendo nei nuovi contratti di servizi criteri oggettivi e chiari obiettivi di qualità che consentano la valutazione dei servizi erogati, prevedendo altresì opportune sanzioni a carico dei concessionari». Inoltre l’Oref prescrive  «di proseguire efficacemente nella revisione dei canoni di affitti sia attivi sia passivi, recuperando capacità di incasso circa le risorse derivanti dai beni dell’ente, dalle imposte e dalle tariffe». Ancora  si evidenzia «l’urgenza di razionalizzare il perimetro delle partecipate di Roma Capitale e prescrive che si provveda alla cessione delle partecipazioni e/o allo scioglimento delle società non strettamente necessarie al perseguimento dei fini istituzionali dell’ente, anche al fine del conseguimento di risparmi di spese e riduzioni dei rischi derivanti dalla gestione delle società stesse». (Fonte: Messaggero)

In una città che negli ultimi decenni e varie amministrazioni  è riuscita ad accumulare miliardi di debito consolidato (pare che quello conferito alla gestione commissariale  nel 2008 fosse di circa 22,4 miliardi di euro, attualmente scesi a circa 13,6 (1), per la prima volta è stato bocciato dai revisori dell’OREF il bilancio previsionale portato in Aula Capitolina (2). In calce le dichiarazioni in proposito dell’Assessore al Bilancio Mazzillo pubblicate sul sito del Comune di Roma e il link al video dell’intervento di Virginia  Raggi quando era consigliere di opposizione il 21  giugno 2015 che era stato postato con il titolo “Virginia Raggi asfalta la maggioranza sul buco di 853 milioni”

L’OREF è l’Organo di Revisione Economico-Finanziaria,  un organo statutario dell’Assemblea Capitolina(3) a cui è conferito l’esercizio della funzione di revisione economico-finanziaria nell’ambito dei principi fissati dalla legge, come stabilito dagli artt. 40 e 41 dello Statuto di Roma Capitale(4). I componenti del Collegio restano in carica per tre anni e sono indicati con Deliberazione dell’Assemblea Capitolina.  In passato i revisori erano nominati direttamente dai consiglieri comunali, mentre dal 2011 una legge nazionale ha stabilito il criterio del sorteggio da un albo di professionisti (5)

Si legge nel parere che l’OREF  sul bilancio preventivo predisposto dall’Assessore al Bilancio Mazzillo “ritiene non sufficienti gli spazi di finanza pubblica necessari al rispetto dell’equilibrio finanziario in relazione alle necessità che potrebbero rivelarsi rispetto al riconoscimento dei debiti fuori bilancio, alle passività potenziali comunque presenti e a tutte le criticità evidenziate nel presente parere ed esprime parere non favorevole, sulla proposta di approvazione del bilancio di previsione 2017-2019 e relativi allegati“. L’iter del bilancio dovrà a questo punto ricominciare  daccapo . Probabile , che il nuovo rendiconto non possa essere approvato entro il termine del 31 dicembre, facendo scattare  una gestione provvisoria, con forti limitazioni alle capacità di spesa (6) (in “dodicesimi”).
Secondo l’Oref, è nach enecessario   “razionalizzare il perimetro delle partecipate di Roma Capitale, provvedendo alla cessione delle partecipazioni e/o allo scioglimento delle società non strettamente necessarie al perseguimento dei fini istituzionali dell’ente al fine del conseguimento di risparmi di spese e riduzioni dei rischi derivanti della gestione delle società stesse(6) (AMBM)

Video da il fatto quotidiano Intervento Raggi assemblea capitolina giugno 2015

Video da il fatto quotidiano Intervento Raggi assemblea capitolina giugno 2015

 Il Fatto quotidiano ha  pubblicato il video dell’intervento della Raggi quando era consigliere di opposizione il 21  giugno 2015 che era stato postato con il titolo “Virginia Raggi asfalta la maggioranza sul buco di 853 milioni”, il video pubblicato su Youtube . L’allora consigliera comunale a 5 stelle ricordava alla maggioranza targata Pd che “sarebbe meglio ascoltare le riserve e le eccezioni formulate dall’Oref e correggere un po’ il tiro: cosa che non fate mai”. E aggiunge: “Oref che, vi ricordo, è l’organo di revisione economico finanziaria del comune. Un organo indipendente, che quindi noi dovremmo ascoltare molto attentamente”. Lo stesso organo che ha bocciato il bilancio previsionale della giunta di Virginia Raggi, oggi sindaca di Roma

La relazione è stata pubblicata dal blog Romafaschifo (> vai alla pagina)

(dal sito del Comune di Roma) L’assessore Mazzillo: raccogliamo la sfida del rigore. Approveremo il bilancio entro i termini di legge

“Pur ‘valutando positivamente la politica di bilancio ispirata a principi di prudenza adottata dall’ente’, l’Organo di revisione finanziaria del Campidoglio (Oref) ha dato parere non favorevole allo schema di bilancio di previsione 2017-2019 adottato dalla giunta lo scorso 15 novembre”. Cosi dichiara l’assessore al Bilancio, Andrea Mazzillo.”Valuteremo le prescrizioni e le osservazioni dell’Oref – prosegue l’assessore – in modo che la giunta possa adottare al più presto un nuovo schema di bilancio da
sottoporre all’Assemblea capitolina. I revisori contabili sono stati particolarmente rigorosi nella loro analisi e noi vogliamo raccogliere questa sfida al rigore”.
“Ci sono i tempi – conclude Mazzillo – per predisporre un nuovo schema di bilancio ed approvarlo entro i termini stabiliti dalle norme (28 febbraio 2017). Perché una cosa è certa: non si ferma la nostra azione amministrativa improntata a principi di legalità, trasparenza e rigore contabile”.

(1) http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/02/19/comune-roma-con-la-campagna-elettorale-il-debito-della-capitale-torna-al-centro-dellattenzione/2478490/

(2)L’Oref (altra composizine) aveva  già mosso  obiezioni sul bilancio consuntivo del 2013  della Giunta Marino  La relazione è pubblicata qui https://www.comune.roma.it/PCR/resources/cms/documents/Rendiconto_OREF_2013_28042014.pdf 

(3) vai alla pagina dell’Oref sul sito del Comune di Roma

(4) Articolo 40. Collegio dei Revisori dei conti
1.
Al Collegio dei Revisori dei conti di Roma Capitale è conferito l’esercizio della funzione di revisione economico-finanziaria nell’ambito dei principi fissati dalla legge e ogni altra attività o compito da essa indicati.
2.
Il Collegio dei Revisori è composto da tre membri. I requisiti soggettivi e le modalità dinomina, anche nelle ipotesi di decesso, rinunzia o decadenza, sono disciplinati dalla legge.
3.
Non possono essere nominati Revisori coloro che si trovino nelle condizioni ostative a ricoprire tale incarico indicate dalla legge e dal Regolamento di contabilità, in quelle stabilite per la carica di Consigliere Capitolino, i parenti e gli affini entro il quarto grado dei Consiglieri Capitolini, dei componenti della Giunta Capitolina, del Segretario Generale, del Direttore Generale–ove nominato–e dei dirigenti, e coloro che hanno con Roma Capitale o con aziende, società ed enti da essa dipendenti o controllate un rapporto continuativo di prestazione d’opera retribuita.
4.
I revisori, salvo diversa disposizione di legge, durano in carica tre anni. Non sono revocabili, salvo che non adempiano, second o le norme di legge e dello Statuto, al loro incarico.
5.
I revisori adempiono al loro dovere con la diligenza del mandatario e rispondono della verità delle loro attestazioni
6.
Il compenso annuale dei revisori è determinato dall’Assemblea Capitolina al
l’atto della nomina o della riconferma, per tutta la durata del triennio nei limiti fissati dalla normativa vigente.
Articolo 41.
Funzioni e competenze del Collegio dei Revisori dei conti
1.
Il Collegio dei Revisori dei conti collabora con l’Assemblea Capitolina nelle sue funzioni di indirizzo e di controllo, secondo le previsioni e le modalità indicate dai regolamenti dell’Assemblea Capitolina e di contabilità.
2.
Il Collegio dei Revisori esprime pareri sulla proposta di bilancio di previsione, sui documenti a esso allegati e sulle variazioni di bilancio. Nei pareri sono suggerite tutte le misure atte ad assicurare l’attendibilità delle impostazioni all’Assemblea Capitolina, che adotta i provvedimenti conseguenti o motiva adeguatamente la mancata adozione delle misure proposte dall’organo di revisione.
3.
Il Collegio dei Revisori esercita la vigilanza sulla regolarità contabile, finanziaria, economica, patrimoniale e fiscale della gestione. La tecnica del campione costituisce il normale strumento di indagine del Collegio per l’esercizio delle funzioni di controllo e di vigilanza.
4.
Le deliberazioni del Collegio dei Revisori sono adottate a maggioranza dei componenti.
5.
Ove emergano gravi irregolarità nella gestione, il Collegio dei Revisori ne riferisce immediatamente al Sindaco e al Presidente dell’Assemblea Capitolina il quale provvede a convocare l’Assemblea nel termine previsto dal proprio regolamento, iscrivendo all’ordine del giorno la comunicazione del Collegio dei Revisori.
6.
Il Collegio dei Revisori attesta la corrispondenza del rendiconto alle risultanze della gestione e redige apposita relazione in merito alla proposta di deliberazione del rendiconto medesimo, esprimendo eventuali proposte tendenti a conseguire una migliore efficienza, produttività ed economicità della gestione

(5)

 

(6) La Repubblica http://roma.repubblica.it/cronaca/2016/12/20/news/campidoglio_oref_boccia_bilancio_previsionale-154541520/

REPUBBLICA VIDEO http://video.repubblica.it/edizione/roma/bocciato-il-bilancio-del-comune-di-roma-costantini–commessi-errori-grossolani/263215/263579

 

Share This Post