Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Alienazione immobili ATAC: la petizione per la rimessa di Piazza Bainsizza

rimessa atac fig.1 aMentre  apprendiamo dell’approvazione di una Memoria di Giunta per l’alienazione degli immobili ATAC*, pubblichiamo la petizione per la rimessa ATAC di Piazza Bainsizza diffusa e sottoscritta da  numerose Associazioni e Comitati tra cui  Carteinregola, diretta alla Sindaca di Roma Capitale, Virginia Raggi, Al Presidente dell’Assemblea Capitolina, Marcello De Vito, Ai Capigruppo dell’Assemblea Capitolina.

La rimessa Vittoria infatti  – oltre ad essere  vincolata  dalla Sovrintendenza (il vincolo è stato apposto il 10/12/2013), che ha definito il complesso “di interesse storico-artistico”,  durante le Giunte Veltroni e Alemanno era stata oggetto  di  tentativi di operazioni edilizie  miranti a espropriare i cittadini dell’unica area del quartiere ancora libera da costruzioni all’interno della città storica per insediarvi un florilegio di cubature.   Il progetto vincitore del concorso “Rimesse in gioco”, bandito nell’era Veltroni, prevedeva  una massiccia cementificazione con residenze di lusso, uffici, studi privati, negozi;  la delibera di Alemanno ( Deliberazione n° 39/2011 relativa a tutte  le strutture ATAC di Roma) avrebbe permesso agli acquirenti privati di edificare più del doppio di quanto previsto dal  PRG, senza nessun vincolo per i servizi pubblici. Da 10 anni un comitato  si oppone, proponendo un progetto messo a punto da  un laboratorio  partecipato dei cittadini, che prevede la realizzazione di un complesso architettonico di pregio, che comprenda adeguati spazi verdi e servizi pubblici locali all’interno dell’area e la salvaguardia del Dipartimento di Salute Mentale ospitato nel comprensorio. (AMBM)

> vai alla storia della Rimessa Atac Vittoria e partecipazione dei cittadini

> vai alla scheda con al cronistoria della vicenda del  Deposito ATAC  Bainsizza

Petizione in appoggio alla Delibera del Municipio Roma I Centro, 37 del 26 ott 2017 N.Protocollo 188060 avente per oggetto il Deposito Atac Vittoria di piazza Bainsizza

La Delibera del Municipio: un primo passo per la realizzazione di servizi pubblici e spazi verdi

Il Municipio I, il 26 ottobre 2017, accogliendo le insistenti richieste dei cittadini che, da oltre dieci anni, lottano per un utilizzo pubblico dell’area, ha approvato all’unanimità una Delibera di iniziativa municipale, che chiede al Comune di Roma di adottare una variante al P.R.G. sulla destinazione d’uso del deposito Atac Vittoria, “a parziale rettifica e integrazione della Deliberazione di Assemblea Capitolina 24/25 giugno 2011 n. 39… rimuovendo la ‘… perimetrazione a servizi pubblici di livello urbano’, attribuendo la zonizzazione di “Città Storica – Edifici isolati (T9) verde e servizi pubblici di livello locale”.

Conseguentemente, la Delibera municipale rende possibile che l’ex Deposito Atac – nel rispetto del vincolo posto dalla Sovraintendenza nazionale (10/12/2013), che ha definito il complesso “di interesse storico-artistico” – possa venire utilizzato per ospitare servizi pubblici locali e spazi verdi per la cittadinanza, essenziali per combattere l’inquinamento atmosferico in un quartiere dove il verde pubblico è al di sotto degli standard europei. Questa delibera costituisce quindi un ostacolo ai tentativi di speculazione edilizia miranti a espropriare i cittadini dell’unica area del quartiere ancora libera da costruzioni all’interno della città storica.

I cittadini, numerose Associazioni e Comitati chiedono:

  1. una rapida approvazione della delibera da parte della Assemblea capitolina (entro 60 giorni dal suo ricevimento come previsto dal Regolamento)
  2. una costante informazione sull’intero iter di riqualificazione dell’area e la partecipazione fin dall’inizio al processo di trasformazione. L’obiettivo è quello di realizzare un complesso architettonico di pregio, che preveda la realizzazione di adeguati spazi verdi e servizi pubblici locali all’interno dell’area, compatibile con il quadro complessivo di sviluppo urbanistico del quartiere
  3. la salvaguardia del Dipartimento di Salute Mentale – polo di eccellenza a livello europeo -attualmente situato in una parte dell’area

Sostengono l’iniziativa: Agave, AC Bell’Italia, Agenda Tevere, Accademia Kronos, Attiva-mente, Carteinregola, Cittadinanza Attiva, Civico 17, Comitato cittadino Della Vittoria, Comitato Mazzini, Consorzio Tiberino, Coordinamento Residenti Città storica, Habita, Italia Nostra, Legambiente, Nel blu Studios, Progettazione Sostenibile Partecipata, Rinascimento di Roma, Trionfalmente 17, WWF, Zero Waste Lazio.

* (dal sito del Comune di Roma 3 gennaio 2017 ) Atac, la Giunta approva memoria per alienazione immobili

La Giunta capitolina ha approvato una Memoria che dà mandato al Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica, in sinergia con il Dipartimento Mobilità e Trasporti, di consentire l’alienazione di complessi immobiliari di proprietà di Atac Spa, mantenendo l’attuale destinazione urbanistica e privilegiandone la vocazione a servizi pubblici urbani.

“Proseguire nel risanamento aziendale – spiega in una nota del Campidoglio- anche attraverso misure che mirino a liberare risorse per gli investimenti. L’Amministrazione capitolina continua a lavorare avendo come obiettivo la tutela del servizio di trasporto pubblico avviata con determinazione, in accordo con l’Azienda Atac, attraverso la decisione di procedere alla richiesta di concordato in continuità aziendale. I complessi – prosegue la nota – sono le ex rimesse “Vittoria” di Piazza Bainsizza), “San Paolo” di Via Alessandro Severo, “Piazza Ragusa”, l’area Garbatella di Via Libetta, l’area Centro Carni di Via Severini, e le rimesse “Portonaccio” di Via di Portonaccio e “Trastevere” di Viale delle Mura Portuensi”.

 

Share This Post