Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

BLUFF del Piano Territoriale Paesaggistico Regionale (PTPR) della Regione Lazio: per il centro storico di Roma tutto resta esattamente come prima

PTPR Tavola_A:374_AComunicato:
BLUFF del Piano Territoriale Paesaggistico Regionale (PTPR)  della Regione Lazio:  per il centro storico di Roma tutto resta esattamente come prima
Il maxi emendamento dell’Assessore Valeriani  con cui è stato approvato il Piano Territoriale Paesaggistico Regionale (PTPR)  del Lazio  stamattina all’alba,  non modifica la mancanza di tutele paesaggistiche per il Centro storico di Roma, mancanza  apparsa in tutta la sua gravità in varie occasioni, di cui l’ultima e più eclatatante è il progetto del Mc Donald’s accanto alle Terme di Caracalla.
Lo annuncia lo stesso  Assessore alle  3 e 20 del mattino: il comma che esclude Roma dalle tutele paesaggistiche che sono invece vigenti invece negli alri centri storici del Lazio ( comma 17 dell’art. 43)   non sarà  cancellato,   nè sarà  introdotto  dal PTPR l’obbligo di   autorizzazioni paesaggistiche  per gli interventi edilizi.
Questa la nuova formulazione proposta del comma  (che ci è pervenuta stanotte da alcuni consiglieri del Lazio*):
17. Non si applicano le disposizioni sostanziali e procedurali di cui al presente articolo all’insediamento urbano storico sito Unesco centro storico di Roma. All’interno di tale perimetro, le valutazioni in ordine alla conformità e compatibilità paesaggistica degli interventi  sono esercitate  dalla Soprintendenza  per i Beni Architettonici e Paesaggistici per il Comune di Roma, secondo quanto stabilito  dal Protocollo di intesa tra Ministero per i Beni e le attività culturali ed il Comune di Roma (QI/57701 dell’8 settembre 2009)
Andando a leggere il Protocollo di Intesa citato, stipulato ai sensi del Piano Regolatore di Roma Capitale nel 2009 (link in calce) si scopre che,  ad  eccezione degli edifici vincolati, prevede solo pareri consultivi, e quindi non modifica affatto la  situazione  che  da 12 anni lascia il Paesaggio del centro storico della Capitale  – e a maggior ragione certi tessuti della città storica – privo di qualunque  tutela reale.

Anche questa volta quindi, in corrispondenza del Centro storico di Roma  nel Piano Territoriale Paesaggistico Regionale resterà la  “macchia rossa” che l’attuale  cartografia lascia all’interno delle Mura Aureliane. E chissà per quanto tempo ancora.

Nessuna tutela dal PTPR  quindi, neanche per  i “villini” dei tessuti dei quartieri novecenteschi, a rischio demolizione e ricostruzione anche in eguito alla Legge della rigenereazione urbana regionale del 2017.

Potranno quindi  continuare  a proliferare, nel centro storico e nella città storica, interventi che non saranno sottoposti a nessuna autorizzazione paesaggistica vincolante, ma solo a “pareri”.
Siamo allo stesso punto di partenza. Con buona pace di tutte le esternazioni indignate per il Mc Donald’s alle Terme di Caracalla.
Associazione Carteinregola
Italia Nostra Roma
Salviamo Villa Paolina di Mallinckrodt
Comitato Piazza Caprera
Salviamo il Paesaggio Roma e Lazio
Associazione Viviamo Vitinia Onlus
 
 * Il testo sarà ufficiale solo dopo la pubblicazione sull’albo pretorio e sul sito della Regione Lazio
Qui lo stralcio del discorso di Valeriani con il nostro grassetto sui punti citati
qui il resoconto della seduta fiume del 1 agosto scarica resoconto XI_seduta_n_038_3_del_01_08_19 PTPR (completo) (pag 35/37)
 

Share This Post