Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Comitato Circolo Sportivo Via Como: quando i cittadini gettano la spugna per le promesse mancate della politica

via como immagine da dossierL’area compresa tra Via Como, Via Pavia e via Agrigento  è da anni abbandonata al degrado. La realizzazione di un Parcheggio interrato  privato – completata da anni –  non ha visto sorgere la prevista e contestuale  sistemazione a centro sportivo  della superficie, e, nonostante le manifestazioni, petizioni, assemblee, lettere, incontri istituzionali, azioni legali del Comitato sorto per difendere i diritti dei cittadini, quello che un tempo era un verdegginate  circolo del tennis oggi è uno spazio chiuso, senza più alberi, con ruderi di lavori iniziati e mai finiti.

Pubblichiamo la lettera ricevuta dal Comitato di Via Como, che annuncia lo scioglimento dopo 10 anni di battaglie senza alcun risultato, portate avanti anche con il sostegno di Carteinregola. La nostra associazione, augurandosi che gli  amici del Comitato tornino sulla loro decisione, continuerà a portare avanti le  loro  sacrosante rivendicazioni , per una soluzione dalla parte dell’interesse pubblico e dei diritti dei cittadini. (AMBM)

Veid anche PUP Area tra Via Pavia – Via Como – Via Agrigento – II Municipio

Scioglimento Comitato Circolo Sportivo Via Como

Con infinito rammarico le centinaia di cittadini e i residenti che si sono riuniti nel Comitato semplicemente per verificare il ripristino dello storico Circolo Tennis di Via Como, nel prendere atto del mancato mantenimento impegni presi dai vari Amministratori Comunali e Municipali che si sono succeduti nel corso di più di 10 anni, certificano il fallimento di ogni iniziativa e, visto l’incredibile tempo trascorso,  annunciano la decisione di sciogliere il suddetto Comitato con decorrenza 1 giugno 2018.

L’evidente sottrazione  dell’area verde che rendeva unica la zona, ci ha visto in questi anni attori di un confronto a questo punto con tutte le forze politiche, senza purtroppo risultato alcuno. Inutile continuare.

Per doverosa cronaca riportiamo una estrema sintesi degli accadimenti, con tutte le manchevolezze che una succinta cronaca può causare. A disposizione di chi lo vorrà il blog del Comitato (https://ccsvc.wordpress.com) per il dettaglio di tutta la miriade di iniziative prese.

Giunta Veltroni (per il Comune), Corsetti (per il Municipio)

Approvazione progetto di un PUP sottostante per il quale venne incaricata la società appaltatrice (rapidamente portato a termine) senza la contestuale approvazione del progetto relativo al centro sportivo in superficie che, invece, sarebbe stato effettuato in un secondo momento. Questo fu, a nostro avviso il primo grande errore  per un’Amministrazione che avrebbe dovuto mettere al primo posto l’interesse dei cittadini e unire con  un contratto  contestuale il destino del “sotto” con il destino del “sopra”.

Giunta Alemanno (per il Comune), Marcucci (per il Municipio)

In questo periodo scoprimmo, solo mediante difficilissimo accesso agli atti, l’abominevole sdoppiamento della Convenzione con autorizzazione da parte del Comune alla vendita dei box senza aver obbligato la società appaltatrice a completare prima il ripristino dell’area superficiale. Secondo ed enorme errore! Perchè anche in questo caso l’Amministrazione avrebbe dovuto tutelare in modo assai più stringente l’interesse pubblico. 

Indimenticabile l’intervista del maggio 2010 al TG3 regionale  in cui l’Assessore Marchi per il Comune ed il Presidente Marcucci per il Municipio annunciavano l’inizio dei lavori per il ripristino del circolo entro pochi mesi con inaugurazione prevista ad inizio 2011!!!!

Giunta Marino (per il Comune), Gerace (per il Municipio)

Di questa amministrazione ricordiamo, dopo nostra provocatoria minaccia di occupare (per sfinimento) la sede dell’Assessorato alla Mobilità, la pubblica rassicurazione nel maggio 2014 da parte dell’Assessore Improta e successivamente confermata dal Presidente Gerace circa l’acquisizione dell’Area da parte dell’Amministrazione entro pochi giorni: ciò avrebbe sbloccato la situazione e consentito l’inizio dei lavori di ripristino come da progetto originario (5 campi da tennis in terra battuta con piscina comunale e ripiantumazione alberatura). Ovviamente nulla di tutto questo accadde.

Commissario Tronca

Per non farci mancare nulla anche il Commissario prefettizio intervenne, una volta caduta la giunta Marino, chiedendo la fine di tutte quelle pastoie burocratiche (come la stesura della ormai mitica perizia del tecnico comunale che doveva in via preliminare accertare la consistenza economica delle opere già eseguite dalla ditta privata ) che impedivano il prosieguo dell’iter. Ma ahinoi il tutto si chiuse con l’ennesimo nulla di fatto!

Giunta RAGGI (per il Comune) Del Bello (per il Municipio)

Ci siamo armati di nuova pazienza cercando di comprendere l’iniziale inesperienza di questa nuova giunta. Ma sono ormai passati 2 anni dall’insediamento e la delusione è analoga a quella provata per le precedenti Amministrazioni. A tal proposito ricordiamo l’incontro del 5 maggio 2017 presso l’Assessorato alla Mobilità nel quale dovevamo consegnare l’ennesima raccolta firme (più di 1200 raccolte in soli 15 giorni) all’Assessore Meleo: ma l’imbarazzatissimo Presidente Stefàno ci informò l’impossibilità da parte dell’Assessore di riceverci neanche per fare un saluto, confermando che l’Assessorato alla Mobilità è il solito fortino inaccessibile ai poveri cittadini/sudditi. Per fortuna che questa amministrazione doveva essere quella che avrebbe aperto le Istituzioni come una scatoletta di tonno!

Ciò, nonostante ora esista una sentenza del TAR che ha giudicato inadempiente le Amministrazioni che si sono succedute condannando il Comune a pagare pure i danni alla Società appaltatrice! Proprio per questo ci era stata garantita una ovvia rapida risposta entro la fine del 2017 per evitare ulteriori reclami da parte del privato. Ma siamo arrivati incredibilmente a maggio con un ennesimo nulla di fatto.

Che dobbiamo aspettare allora per certificare un fallimento di tutti? Che andiamo al creatore come è accaduto al compianto ed indomito Maurizio Centili del vicino Comitato per la difesa di Villa Massimo, altra scandalosa e limitrofa vicenda del nostro abbandonato quartiere?

Noi prendiamo atto del disinteresse, delle false promesse, dell’incapacità di voi tutti. Più di 10 anni passati senza che nulla sia stato fatto sono davvero troppi! Ci eravamo semplicemente riproposti di rivedere alla luce quell’oasi che praticamente da sempre allietava il nostro quartiere e che non un terremoto, non uno tsunami avevano distrutto, ma solo un’Amministrazione non all’altezza dei suoi compiti e doveri. 

Noi chiudiamo questa infelice esperienza lasciando in eredità i nostri fermi convincimenti ribaditi nuovamente nella raccolta firma dello scorso anno, il cui frontespizio per pronta visione alleghiamo alla presente (https://www.change.org/p/sindaca-virginia-raggi-circolo-tennis-via-como).

Sarebbe cosa buona e giusta che anche voi tutti amministratori e nostri rappresentanti che in tutti questi anni vi siete interessati alla vicenda, incapaci di risolverla se non addirittura soggetti che hanno contribuito ad ingarbugliarla ancor più, prendeste la medesima decisione. Cosa ci state a fare? La politica nasce per decidere, per risolvere le problematiche che affliggono i cittadini, non certo per crearle. Siete venuti ad incontrarci ogni qualvolta si avvicinava una elezione. Per fare cosa? Vi abbiamo peraltro fatto presente che il degrado dell’Area portava degrado anche nelle zone circostanti. Tanto per fare un esempio a Novembre 2017, alcuni residenti vi hanno fatto presente anche una voragine apertasi 2 volte nel corso degli ultimi anni dovuta al passaggio dei camion dell’Ama e segnalata con esposto da più da 3 anni. Vi è stato chiesto solo di far spostare quei 4 cassonetti di 10 metri. Una sciocchezza. Ebbene nonostante le ennesime vostre rassicurazioni, i cassonetti stanno ancora lì. Manco quello siete riuscito a fare! Tanto le elezioni sono passate….

Cortesemente alle prossime elezioni non ripresentatevi. Sarà dura ammettere la propria incapacità, lo capiamo. Ma almeno riacquisterete stima e rispetto.

Nel salutare, vogliamo ringraziare profondamente tutte le persone (cittadini, giornalisti ecc.) che si sono prodigate, rinunciando a tempo prezioso per se stessi per acquisire atti, curare il sito del Comitato, raccogliere firme, organizzare manifestazioni o semplicemente partecipare, sempre fiduciosi che il nostro amato circolo con le decine e decine di alberi ad alto fusto potesse tornare a vivere.

Cordiali saluti.

Comitato Centro Sportivo Via Como

Share This Post