Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Delibera Stadio: oggi si decide

aula Giulio cesare 13 giugno 201714 giugno 2017 E’ in corso l’Assemblea capitolina a oltranza per approvare entro stanotte  la Delibera che conferisce  l’interesse al nuovo progetto per lo Stadio della Roma, dopo una maratona a tappe forzate voluta  dalla maggioranza M5S  per chiudere la partita entro il 15 giugno. Fretta  assai poco giustificata dalle ragioni  dell’interesse pubblico, ma solo da quelle dell’interesse del proponente Eurnova, che ha  poco tempo   per approfittare della porta socchiusa lasciata dalla Regione Lazio  con la giustificazione della “finestra” aperta dalla procedura di apposizione del vincolo all’Ippodromo Tor di Valle – al momento non se ne conosce  ancora l’esito* – per presentare un nuovo progetto .

Progetto, si badi bene,  che si pone come il prosieguo del progetto Marino/Caudo con l’intento di   far riaprire la  conferenza dei servizi decisoria – conclusasi  a inizio  aprile  con parere negativo – senza ricominciare la procedura daccapo. Così, anche se l’attuale  progetto di Stadio e business park è completamente diverso dal precedente per la  maggior parte dei suoi risvolti e ricadute, anche economiche, la Relazione che lo accompagna ha il significativo titolo “Relazione generale di aggiornamento del progetto” e nella presentazione del Dipartimento si legge che “la società Eurnova srl ha  depositato la documentazione di adeguamento della proposta di intervento di cui alla deliberazione di A. C. n. 132/2014“.

Proponiamo un riepilogo di  analisi, materiali  e riflessioni che abbiamo cercato di raccogliere in questi ultimi giorni  sperando in un ripensamento della maggioranza, se non nel merito dello Stadio, almeno nel metodo – più trasparenza e dialogo con la città – e nei tempi – maggiori approfondimenti sui punti più discussi e discutibili (Vai al riepilogo nel merito e nel metodo)

Ma finora i nostri sforzi sono stati inutili.

Ci auguriamo che questo voto non segni la  resa del MoVimento a quei sistemi e a quegli andazzi che da decenni imperversano a Roma, che il voto dei cittadini gli aveva chiesto di archiviare per sempre.

Anna Maria Bianchi Missaglia

Scarica la delibera pubblicata su Facebook dal Tavolo della Libera urbanistica creato da attivisti M5S

 

 

Per osservazioni e precisazioni: laboratoriocarteinregola@gmail.com

Post scriptum: delle tante domande rimaste senza risposta forse la più significativa è questa: come pensano di assicurare ai cittadini l’inaugurazione contemporanea di Stadio e infrastrutture necessarie, se le più necessarie sono un Ponte dei Congressi  con finanziamenti e  tempistica che non dipendono  dal Comune (attualmente il progetto esecutivo è stato bocciato dalla conferenza dei servizi) e l’incremento della Roma Lido, con finanziamenti e  tempistica che non dipendono  dal Comune (ma dalla Regione Lazio)?

* Queste le sibilline dichiarazioni di  Francesco Prosperetti, soprintendente unico di Roma, intervistato dopo la riunione della commiisone che doveva dcidere sul destino del vincolo su Tor di Valle. “La mia posizione è che quella proposta era impraticabile per una serie di motivi. Non c’è mai stato il vincolo su Tor di Valle, c’è stata una proposta. La decisione non è mia, è collegiale, e la voce finale l’esprime il segretario generale. Dobbiamo sistemare il verbale e poi faremo un comunicato stampa. In ogni caso, il vincolo è stato oggetto di una discussione complicata”.

http://www.forzaroma.info/news-as-roma/stadio-roma-prosperetti-non-ce-mai-stato-il-vincolo-su-tor-di-valle/

 

Share This Post