Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Dopo tante battaglie, Villa Paolina potrebbe essere esclusa dal vincolo

villa Paolina maggio 2018 1 foto ambm

villa Paolina maggio 2018 1 foto ambm

ULTIMORA (7 giugno ore 12.20 da AGcult)E’ stata approvata a larga maggioranza (15 a favore , 2 astenuti) dal Consiglio del II Municipio la proposta di risoluzione sul “Piano Paesistico Regionale e Legge sulla Rigenerazione Urbana: le ricadute su Roma e l’impegno del Municipio” che ha  impegnato la Presidente e l’assessore competente a: “Avviare l’interlocuzione con la Regione Lazio affinché sia possibile prevedere all’interno del PTPR una specifica norma di dettaglio per la tutela del tessuto della città storica di Roma;

  • Portare avanti l’azione di pressione per la modifica dell’art. 6 della legge sulla Rigenerazione urbana;
  • Confermare la propria contrarietà alla demolizione di Villa Paolina e degli altri villini soggetti a pdc per demolizione e ricostruzione;
  • Sostenere la battaglia del Comitato Villa Paolina e Italia Nostra affinché siano predisposte specifiche tutele sul patrimonio storico-urbanistico della città di Roma, sia aggiornata la Carta della Qualità e siano predisposte misure incentivanti per applicare la rigenerazione urbana nelle aree più realmente bisognose di interventi di riqualificazione. In particolare, il Municipio sostiene la richiesta del Comitato Salviamo Villa Paolina affinché Villa Paolina sia inserita nella Carta della Qualità”. (> leggi tutto su https://agcult.it/a/8648/2019-06-07/roma-ii-municipio-approva-proposta-di-risoluzione-su-tutela-villini-e-villa-paolina )

(Roma 6 giugno 2019) La strenua   battaglia del Comitato Salviamo Villa Paolina di Mallinckrodt contro l’abbattimento  della storica palazzina  in piazza XXI aprile e  la ricostruzione di  un edificio moderno con un bel po’ di cubature in più (il primo progetto 8 piani),  sembrava aver imbroccato finalmente la strada giusta. Infatti, anche sull’onda dell’attivissimo comitato, era stato  istituito  un tavolo da  Soprintendenza, Regione Lazio e Comune di Roma,  che aveva  predisposto, come annunciato nella conferenza stampa del  16 gennaio 2019 (1), un vincolo basato sugli articoli 138 e 139 del Codice dei Beni Culturali, per  “armonizzare le trasformazioni urbane, lo sviluppo sostenibile, la tutela dell’identità culturale dei quartieri storici di Roma“ con un vincolo  di  “natura strategica” , “di medio e lungo periodo” per   “governare e non bloccare le trasformazioni, attraverso una tutela graduata”  che “rispetti le caratteristiche storiche e tipologiche dei quartieri della città“. Alla conferenza era stata presentata anche  una mappa con le zone da sottoporre a vincolo,  dove era incluso,  ben evidenziato,  l’isolato comprendente Villa Paolina. Ma ora che  la procedura sembra a buon punto, alcuni articoli giornalistici  hanno rivelato che, dopo che il privato ha presentato un nuovo progetto per un edificio di cinque piani che occupa tutto il lotto, “la Soprintendenza ha chiesto ai Comitati tecnico scientifici del Mibact una decisione sulla sua tutela, che sarà presa probabilmente la prossima settimana” (2).

I comitati si sono però   ribellati,  hanno partecipato  a un’animata diretta di Buongiorno Regione (Raitre) (3) e hanno diffuso un amaro comunicato, oltre ad aver inviato l’ennesima richiesta di incontro al Soprintendente Prosperetti e alle varie istituzioni preposte, senza ottenere risposta (4)

Giovedì 13 giugno 2019 ore 11,30  Conferenza Stampa “VILLA PAOLINA MALLINCKRODT SENZA TUTELA, I VILLINI DEL ‘900 DI ROMA A RISCHIO DEMOLIZIONE” Sala Stampa Romana – Piazza della Torretta, 36Sono previsti interventi di: Cristina Rinaldi per il Comitato Salviamo Villa Paolina, M.Cristina Lattanzi e Vanna Mannucci per Italia Nostra Roma,. Aprirà i lavori il segretario Stampa Romana Lazzaro Pappagallo. Modera Viviana D’Isa di Cittadinanzattiva.   Interverranno, inoltre: Vittorio Emiliani, giornalista e scrittore,  Enzo Scandurra, urbanista Università La Sapienza Roma Sono stati invitati a partecipare: Gino Famiglietti, Francesco Prosperetti, Roberto Banchini, Maria Vittoria Marini Clarelli, Giovanni Carbonara, Flavia Nardelli, Marianna Madia, Nicola Zingaretti, Massimiliano Valeriani, Marco Cacciatore, Luca Montuori, Francesca Del Bello, Valentina Caracciolo, Domenico Cecchini.(AMBM)

Roma, 6 giugno 2019

Per osservazioni e precisazioni: laboratoriocarteinregola@gmail.com

> Vai a Piano casa e Legge di rigenerazione urbana della regione Lazio – cronologia e materiali 

manifestazione villa Paolina foto C.Rinaldi

NOTE

(1) vedi Villini a rischio abbattimento: la Soprintendenza presenta un nuovo vincolo per salvaguardare il paesaggio urbano del 17 gennaio 2019

(2) La Repubblica 30 maggio 2019 Villini storici Roma, al via l’iter per salvarli dall’abbattimento di Paolo Boccacci  https://roma.repubblica.it/cronaca/2019/05/30/news/villini_storici_roma_al_via_l_iter_per_salvarli_dall_abbattimento-227589521/?fbclid=IwAR3DqpQH5_bfyY3omkE-OuRWAp5yvMWr3qm7rKQTdiSa3MEm6sPXagVqxj0

agcult 30 maggio 2019 Roma, Villa Paolina esclusa da Vincolo Paesaggistico. Comitati: vogliamo la verità https://agcult.it/a/8491/2019-05-31/roma-villa-paolina-esclusa-da-vincolo-paesaggistico-comitati-vogliamo-la-verita?fbclid=IwAR3K3jHJAgOp4K1f6pBjhVRhqvAo0kY1Z2y7xR50-6-xCrhmNvlTxy0MEgA

(3) Repubblica 5 giugno di Paolo Boccacci https://video.repubblica.it/edizione/roma/roma-il-flash-mob-per-villa-paolina-no-alla-demolizione/336411/337008?refresh_ce Flash mob degli abitanti del quartiere e dei comitati per difendere Villa Paolina, lo storico edificio di largo XXI Aprile, dall’abbattimento. Recentemente la Soprintendenza ha proposto un vincolo paesaggistico su molte aree del II Municipio, ma la tutela non comprende Villa Paolina, acquistata da una società costruttrice che aveva presentato un progetto di demolizione e ricostruzione per alzare un palazzo di otto piani e che dopo lo stop del Comune, ne ha presentato un altro per un edificio cinque piani che occupa tutto il lotto. Così sono insorti i comitati. “Abbiamo appreso dalla stampa con profonda costernazione che la Soprintendenza ha avviato la procedura del vincolo paesaggistico escludendo la nostra Villa Paolina. Se è  vero è un provvedimento assurdo anche perché a gennaio scorso era stata mostrata una mappa che comprendeva la tutela della villa stessa”. E intanto si attende il parere del Ministero dei Beni Culturali che potrebbe mettere la parola fine al caso.


(4)   Comunicato:  ESCLUSA VILLA PAOLINA Delusione e Rabbia dei Comitati:   chiediamo la Verità

Abbiamo appreso oggi dalla stampa con profonda costernazione che la Soprintendenza ha avviato la procedura del Vincolo Paesaggistico escludendo la nostra Villa Paolina, simbolo della lotta contro le demolizioni dei villini storici di Roma!

Troviamo assurdo ed inspiegabile il motivo di tale provvedimento.

mappa vicolo con frecce villa paolina Ci ricordiamo bene tutti che il Soprintendente Speciale di Roma, Francesco Prosperetti, in occasione della presentazione della proposta del nuovo vincolo paesaggistico sul II Municipio nella Conferenza Stampa del 16 gennaio 2019, presentò una mappa con le zone vincolate dove era incluso ben evidenziato l’isolato comprendente Villa Paolina. (alleghiamo la mappa)

Che cosa è successo da allora?

Perché è stata tolta Villa Paolina dal vincolo?

Quali i motivi?

Sarebbe, da parte delle istituzioni, un colpevole abbandono di Villa Paolina nelle mani di chi la vuole demolire! E noi non lo potremo MAI tollerare!

In queste ultime settimane abbiamo assistito ad una preoccupante escalationverso la demolizione della Villa:

  • Tre giorni fa operazioni di indagini e saggi demolitori su elementi strutturali sia interni che esterni
  • due giorni fa lo stesso Comitato per la qualità edilizia del Comune di Roma, che un mese prima aveva dato un parere negativo evidenziando forti criticità sul  progetto, un largo pentagono di sei piani fuori terra e due piani interrati, tutto rivestito di scintillanti pannelli metallici, completamente fuori contesto, ha dato un parere positivo sul  progetto ripresentato con minime operazioni di maquillage
  • ieri questa sconsiderata e inspiegabile esclusione dalla procedura del Vincolo riportata da Repubblica .

La sua demolizione e sostituzione con un edificio completamente avulso dal quartiere, sarebbe il fallimento delle azioni di tutela della città storica, di cui  Villa Paolina è il simbolo.!!

I cittadini del quartiere e i comitati tutti si stanno mobilitando contro questa assurda vicenda che mira a privare Roma di un bene comune di grande bellezza che è la porta di accesso di uno dei contesti urbanistici dei primi del 900 più belli e certamente piùambìti di Roma.

Comitato Piazza Caprera, Comitato Amo Quartiere Trieste, Associazione Amici di Villa Leopardi, Comitato Amici di Porta Pia, Cittadinanzattiva Assemblea Territoriale Trieste, Cittadinanzattiva Assemblea Territoriale Nomentano, Comitato Rinascita Tiburtina, Comitato Coppedè, Comitato Decoro Urbano

 

 

Share This Post