Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Elezioni Municipi: in testa il centrosinistra, terzo M5S. Al ballottaggio Caudo e Bova al terzo

ballottaggio mosaico III muniipioPrimo responso delle urne alle elezioni municipali del 10 giugno 2018,  i candidati civici usciti dalle primarie del centrosinistra sono arrivati primi : Amedeo Ciaccheri, all’VIII,   raggiunge più del 54% già alla prima votazione, e   conquista il Municipio. Giovanni Caudo, al III, ottiene  il 42%,  ma  dovrà affrontare al ballottaggio il candidato del centrodestra Bova, che ha raccolto il 33%. In entrambi i Municipi i candidati Cinquestelle arrivano terzi: Roberta Capoccioni, la ex Presidente di  Montesacro, non raggiunge   il 20%, mentre il candidato alla Garbatella Enrico Lupardini si ferma addirittura al 13%, superato dal candidato del centrodestra Foglio,  che raccoglie  circa il 25%.

Consistente l’astensione in entrambi i Municipi. Dei 300 mila cittadini chiamati al voto si è espresso solo il 30 per cento degli aventi diritto,  78.511 persone su 289.912. Nel municipio III  ha votato il 26,49% dei cittadini, nell’VIII il  27,94%. Una notevole flessione rispetto alle elezioni comunali  del 2016 ( allora abbinate alle elezioni municipali):  al  III, al primo turno aveva votato il 59,76%,   all’VIII 57,46.

Si registra una notevole perdita di consensi  del M5S rispetto alle precedenti consultazioni.

A  Montesacro – roccaforte M5S della ex parlamentare e consigliera regionale Lombardi e del presidente dell’Assemblea capitolina De Vito – nel 2016 la Sindaca Raggi  aveva conquistato  34.ooo voti alle comunali (57.300 al ballottaggio), mentre la ex Presidente e ricandidata al Municipio Roberta Capoccioni aveva raggiunto  53.931 (62,9%) preferenze al ballottaggio  contro Paolo Marchionne (PD) che si era fermato a 31.815 (37,10 %) partendo da un primo turno al  5 giugno 2016 in cui i voti ottenuti  erano rispettivamente 25.669 (26,78%) per la candidata pentastellata e 28.169 (29,39%) per il candidato del Partito Democratico.

Il 10 giugno  l’ex assessore all’Urbanistica di Ignazio Marino ha conquistato 18.917 voti  (42,06%) con uno scarto di quasi 800 voti in più sul totale dei voti alle liste a sostegno, mentre la ex Presidente M5S incassa  8.628 voti (19,18%), circa 200 voti in più rispetto alla lista (8.437):  anche considerando la scarsa affluenza,  sono 17.000 i votanti M5S che mancano all’appello rispetto al 2016. Flessione anche sul fronte del centrosinistra, tenendo  conto che oggi si tratta di una candidatura fortemente civica, diversa dalla somma dei partiti che la sostengono, che oltretutto  nel 2016 erano divisi, dato che  la lista Fassina/Sinistra Italiana aveva corso  da sola (ottenendo 5.639 voti,  5,88 %)

Alla Garbatella l’arretramento pentastellato  è ancora più clamoroso: il candidato Presidente Lupardini raccoglie solo 4.271 voti, 200 in più della lista M5S (4.083,  13,08%) contro 21.618 (33,01%) voti della Raggi al primo turno e  i 17.077 ( 27,26 %) dell’ex  Presidente  Paolo Pace al primo turno. Anche in questo caso  per il vincitore Amedeo Ciaccheri –  17.603 voti , 54,05%  –   il paragone deve tenere presente che il centrosinistra nel 2016  era diviso tra lista del PD con la candidata  Anna Rita Marocchi (primo turno: 16.850  voti 26,90 %) e il candidato della sinistra ed ex Presidente Andrea Catarci (primo turno 9.851 voti, 15,73 %).

Relativo ritorno di consensi  per il centrodestra: il candidato Francesco Maria Bova,  sponsorizzato dalla Lega al III Municipio, anche in totale assenza di campagna elettorale sul web e sui social (solo pochi giorni prima del voto è apparsa una pagina Fb con   informazioni su biografia, programma, contatti) ha conquistato 15.206 voti (33,81%), attingendo a un bacino che nel  2016 era diviso tra Fratelli d’Italia/Noi con Salvini( 17.779 voti, 18,55 %,  e Forza Italia/Alfio Marchini/Storace (12.311 voti 12,84 %). Il candidato forzista all’VIII Simone Foglio ha  raccolto quasi il doppio del candidato M5S:  8.249 voti, 25,33%, mentre nel 2016 il centrodestra  sommava 7.947 (12,69 %) di voti di Fratelli d’Italia/Noi con Salvini  ai 7.941 12,68 di Forza Italia/Alfio Marchini /Storace.

Difficile dare un’interpretazione circostanziata di questo esito, ancora aperto  per il III Municipio: sicuramente hanno  giocato a sfavore dei candidati M5S i conflitti e malumori  interni (lo scioglimento anticipato, ma anche le modalità  di individuazione dei candidati), la delusione di molti elettori per l’Amministrazione Raggi  (evidentemente non sono bastate le solite inaugurazioni a ridosso dell’appuntamento elettorale), ma anche la preoccupazione,  per la parte di elettorato M5S proveniente da sinistra (secondo le analisi post voto del 4 marzo il 40%, contro il 25% di destra e il 30% di fluttuanti),  per l’alleanza con  Salvini, che tuttavia potrebbe essere stata  compensata, in un’altra parte di elettorato,  dall’obiettivo raggiunto della formazione del Governo e dal protagonismo di questi mesi  del leader Di Maio sulla scena  politica. Quello che sembra certo è che molti cittadini di entrambi i Municipi non hanno ritenuto importante andare a votare: forse  perchè  l’informazione non è stata capillare, forse perchè l’istituzione Municipio non gode di grande considerazione, forse perchè la speranza del cambiamento in questi due anni  si è ridotta ai minimi termini.

Ma un primo segnale si può comunque registrare: a oggi sono stati premiati, nel centrosinistra, due candidati civici che hanno avuto la meglio alle primarie su quelli indicati dal Partito Democratico. Due persone con storie diverse che  hanno saputo creare un fronte con  altre forze politiche della sinistra e attirare  il sostegno di tanti comitati e associazioni del territorio, di volontari impegnati nel sociale,  di semplici cittadini che si sono appassionati  a un progetto diverso.

Per il III Municipio l’esito è ancora aperto. Bisognerà vedere se  gli attivisti e gli elettori Cinquestelle seguiranno la linea nazionale dell’accordo con il centrodestra (che nel caso del candidato Bova  comporta il sostegno alla Lega di Salvini, ma anche a Fratelli d’Italia e a Forza Italia, con il capitano di lungo corso Borgheresi) o  la linea regionale dei punti programmatici con Zingaretti, se sceglieranno  l’astensione oppure se decideranno di fare una valutazione senza pregiudizi in base ai programmi e alla storia delle persone.

Quanto al PD, dopo l’attivismo durante le primarie, che aveva visto intervenire in favore della candidata scelta dalla segreteria Ilari addirittura il segretario reggente Martina,  ci si aspetterebbe un analogo impegno per il ballottaggio con il centrodestra,  in  un Municipio grande quanto la città di Parma. E magari che il PD municipale, così come le liste a sostegno – Sinistra Italiana/LeU, Possibile –  si spendessero un po’ di più, almeno sui social. Che sono  sempre un termometro significativo della distanza tra le parole e i fatti*.

Anna Maria Bianchi Misaglia

Per osservazioni e precisazioni: laboratoriocarteinegola@gmail.com

* Vedi anche

Campidoglio: l’opposizione che abbaia (poco) e non morde (30 maggio 2018)

VOTO III MUNICIPIO (DA SITO COMUNE ROMA)

sito comune voti prsidente III 2018-06-11sito comune voti liste III 2018-06-11

sito comune voti III 2018-06-11

sito comune voti III 2018-06-11 2

sito comune voti III 2018-06-11 3

 

sito comune voti III 2018-06-11 4

VOTO VIII MUNICIPIO (DA SITO COMUNE ROMA)

sito comune voti prsidente VIII 2018-06-11

sito comune voti liste VIII 2018-06-11sito comune voti VIII 2018-06-11 1sito comune voti VIII 2018-06-11 2sito comune voti VIII 2018-06-11 3sito comune voti VIII 2018-06-11 4sito comune voti VIII 2018-06-11 5

Elezioni amministrative 2016

Municipio III - Il voto per il sindaco Fonte dati: Comune di Roma

Affluenza Ballottaggio, Elezioni Comunali 2016

Affluenza Ballottaggio 2016: 52,40 %

Voti Raggi 57.300 Voti Giachetti 29.782

Affluenza Elezioni Comunali 2016

Affluenza Comunali 2016: 59,76%

Primo turno 5 giugno 2016

Paolo Marchionne 28.169 29,39 Roberta Capoccioni 25.669 26,78

Vincenzo Di Giamberardino 17.779 18,55 Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale Lista Civica – con Giorgia Meloni Sindaco Noi con Salvini – Cristiano Bonelli 12.311 12,84 Lista Civica – Alfio Marchini Sindaco – Forza Italia Lista Civica – Roma Popolare  Lista Storace – Gianna Le Donne 5.639 5,88 Sinistra – Sinistra X Roma Lista Civica – Civica per Fassina Sindaco

Elezioni amministrative 2016

Municipio VIII –

Il voto per il sindaco Fonte dati: Comune di Roma

Affluenza Ballottaggio 2016:  50,76 %

Ballottaggio

Voti Raggi 35.791 62,12 Voti Giachetti 21.826 37,88

Affluenza Elezioni Comunali 5 giugno 2016 57,46%

Voti Virginia Raggi 21.618 33,01  Voti  Roberto Giachetti 18.889 28,84 voti Giorgia Meloni 11.268 17,21 voti Alfio Marchini 7.071 10,80 voti Stefano Fassina 4.400 6,72
Elezioni Per il presidente del Municipio
Ballottaggio

Elezioni Municipali

Ballottaggio

Paolo Pace 33.455 59,10  Anna Rita Marocchi 23.151 40,90

Primo turno 5 giugno 2016

Paolo Pace 17.077 27,26 Movimento 5 Stelle 16.116 27,68
Anna Rita Marocchi 16.850 26,90 Partito Democratico Lista Civica – #romatornaroma Lista Civica – Democratici e Popolari Radicali Federalisti Laici Ecologisti -

Andrea Catarci 9.851 15,73 Sinistra per Catarci Sinistra – Sinistra X Roma Cittadini per Catarci -Alessio Scimè 7.947 12,69 Lista Civica – con Giorgia Meloni Sindaco Noi con Salvini – Maurizio Buonincontro 7.941 12,68 Forza Italia Lista Civica – Alfio Marchini Sindaco Lista Civica – Roma Popolare nLista Storace

http://www.carteinregola.it/index.php/elezioni-roma-2016-ballottaggi-municipi/

 

Share This Post