Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Municipio X: quello che resta

mosaico di pillo picca

Conclusa la prima fase  delle elezioni del Municipio X: al ballottaggio si sfideranno due donne,  la candidata M5S Giuliana  Di Pillo   e  la candidata del centrodestra Monica Picca. Pubblichiamo  le informazioni sulle due aspiranti Presidenti del Municipio e i risultati elettorali. Ma due sono i dati che balzano agli occhi: l’astensionismo record (ha votato un avente diritto su tre) e il risultato dell’estrema destra, con Casa Pound a più del 9%. Dati molto significativi anche della direzione in cui sta andando la Capitale: nel quadro dipinto dal Procuratore Pignatone (ochi giorni fa in una lettera al Messaggero)  di un territorio dove lo scioglimento del Municipio è stato portato anche dalla “presenza mafiosa e i suoi legami con imprenditoria e pubblica amministrazione” si legge  un profondo smarrimento. E la definitiva sconfitta di quel centro sinistra che ha fatto hara kiri mandando a casa il suo sindaco e che non ha saputo ricucire il  dialogo con i territori (ma anche una contrazione della fiducia nel M5S, se è vero che nelle elezioni comunali del 2016 al primo turno prese il 43,82% dei voti, mentre oggi si è fermato a 30,8%)  E molto altro ancora su cui bisogna urgentemente riflettere (AMBM)

…Dopo cinque anni di processi, frutto di indagini sistematiche sulla realtà criminale attuale, svolte da personale di polizia giudiziaria di alto livello e con esperienze specifiche, la presenza di organizzazioni mafiose attive sul territorio di Ostia che è parte integrante della Capitale e che, da sola, conta più abitanti di Reggio Calabria viene ormai riconosciuta da una decina di sentenze, di cui due definitive, che hanno condannato per il delitto di cui all’art. 416 bis c.p. o per reati specifici aggravati dal metodo mafioso, esponenti delle famiglie Fasciani e Spada. Famiglie senza alcuna derivazione dalle tradizionali mafie meridionali, ma ugualmente in grado di controllare il loro territorio anche con il ricorso alla violenza. Questa presenza mafiosa e i suoi legami con imprenditoria e pubblica amministrazione, hanno anche portato allo scioglimento del Municipio…

dalla Lettera del procuratore Giuseppe Pignatone al direttore di Il Messaggero,   1 novembre 2017

Il X Municipio  ha  231.723 abitanti (Venezia ne ha  264.557) e comprende,  oltre a Ostia,  Castelfusano (84.003 abitanti),  Malafede, Acilia e Casalpalocco (99247), Infernetto (29192) e Ostia antica (17167). Il Municipio è stato commissariato per mafia  in seguito alle indagini legate al  cosiddetto “Mondo di Mezzo”/”Mafia Capitale”, che hanno portato all’arresto dell’allora Presidente Andrea Tassone, del Partito Democratico, poi condannato a cinque anni in primo grado

Questi  i risultati elettorali (183 sezioni su 183)Altissimi il numero degli  astenuti: l’affluenza è stata del 36,15%. Alle urne si sono recati 67.125 elettori su 185.661 degli aventi diritto, poco più di un elettore su tre. Al primo turno delle amministrative 2016 era stata del 56,11%. Persi dunque circa 20 punti percentuali.

La candidata M5S Giuliana Di Pillo, già delegata alle politiche del litorale della sindaca, ha ottenuto il  30,25%(la lista M5S al 30,33%),   Monica Picca (centrodetsra unito da FI a Noi con salvini a Fratelli d’Italia)  il 26,68% , Athos De Luca, Partito Democratico, 13,61%, il candidato di Casapound Luca Marsella 9,08%,   l’ex viceparroco Franco De Donno con la lista civica LaboratorioCivico X,  8,61%,  Andrea Bozzi, appoggiato da due liste civiche per l’autonomia,  5,54%,  Eugenio Bellomo, ex consigliere municipale di Sel 3,61%,  Giovanni Fiori (Popolo della Famiglia) 1,34% , l’avvocato Marco Lombardi 1,32%. (in calce lo specchietto di Il Messaggero)(fonte  Il Messaggero 6 novembre 2017)

Riproponiamo le informazioni sulle due candidate, in vista del ballottaggio.

Sito Di Pillo X Mun elezSchermata 2017-10-09 alle 16.42.15Giuliana Di Pillo  è stata scelta da 71 iscritti nel corso di un’assemblea . La Di Pillo è un’insegnante di sostegno della scuola media, ha fatto parte del direttivo del Comitato  Parco della Vittoria,  del Coordinamento Cittadino per l’Integrazione del Disabile ed è stata  uno dei fondatori dell’Associazione Ostia che Cammina, prima di diventare  consigliera municipale al X Municipio per M5S e in seguito , delegata della sindaca Virginia Raggi al litorale.

GIULIANA DI PILLO HA SOTTOSCRITTO LA CARTA DELLA CANDIDATA TRASPARENTE DI CARTEINREGOLA (VAI ALLA PAGINA con le adesioni alla Carta per le eleizoni del X Municipio )

candidati della lista (con biografie):http://www.giulianadipillopresidente.it/p/la-mia-squadra.html

la squadra (con nomi e alle biografie degli assessori) http://www.giulianadipillopresidente.it/p/i-miei-assessori.html

Programma: http://www.giulianadipillopresidente.it/p/programma.html

> Vai al video 4 domande di Roma Today 30 ottobre 2017 http://ostia.romatoday.it/ostia/giuliana-di-pillo-elezioni-video-intervista.html

monica picca fb 6 novembre 2017 ostia elezMonica Picca (Fratelli d’Italia) è sostenuta dal  centrodestra, quindi, oltre a FdI,  anche da  Forza Italia,  Noi con Salvini, lista Marchini, Partito Liberale, Luciano Ciocchetti e Andrea Augello. Esclusi (con polemiche)  Alemanno e Storace

Monica Picca non ha sottoscritto la Carta della candidata trasparente di Carteinregola e non abbiamo trovato siti o blog di Monica Picca, ma solo una pagina FB vai alla pagina Fb di Monica Picca su cui viene riportata la biografia https://www.facebook.com/pg/piccapresidente/about/[contatti sulla pagina Fb con indirizzo mail] (> leggi il ritratto di Monica Picca sul quotidiano del litorale)

Non abbiamo trovato il suo programma, nè i nomi e le biografie dei candidati delle liste, nè della squadra

Post scriptum: alla Carta del candidato trasparente hanno aderito solo Giuliana Di Pillo e Franco De Donno; non l’hanno invece sottoscritta, oltre a Monica Picca, anche i  candidati a cui era stata inviata la proposta: Athos De Luca (PD), Eugenio Bellomo  (Sinistra Unita per Bellomo Presidente), Andrea Bozzi  (sostenuto dalle liste civiche “ORA” Orgoglio Rinascita Autonomia e “Un sogno Comune”)

> Vedi anche il nostro post Diario della campagna elettorale del Municipio X

Per osservazioni e  precisazioni: laboratoriocarteinregola@gmail.com

veid anche

Il fatto quotidiano 3 novembre 2017 Elezioni Ostia, nel X municipio sciolto per mafia non si parla di mafia: ‘Ma il litorale è dei clan, come la Sicilia degli anni ’80’ -Racket, usura, traffico di stupefacenti, estorsioni, gambizzazioni, affari sporchi sulle spiagge, intimidazioni e uno scioglimento per infiltrazioni mafiose nella macchina amministrativa. Ma in campagna elettorale i candidati preferiscono parlare di altro. Alfonso Sabella, magistrato antimafia e assessore alla Legalità nella giunta Marino: “La mafia qui si respira nell’aria” di Vincenzo Bisbiglia

Corriere della Sera 3 novembre 2017 Elezioni Ostia, pacchi di pasta e ordine: la scalata di CasaPound per superare i dem nel degrado Gli estremisti di destra di CasaPound hanno archiviato risse e hanno messo al collo la cravatta per provare a sorpassare il Pd nel X municipio di Roma. Decisivo il voto di protesta di Goffredo Buccini

elez Ostia da messaggero 6 nov 2017

specchietto dal quotidiano Il Messaggero 6 novembre 2017

Quetso lo specchietto pubblicato ad Il tempo 6 novembre 2017

specchietto Il tempo ostia elez

Share This Post