Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Stadio della Roma a carte scoperte: l’unificazione della Via Ostiense/del Mare

Pubblichiamo l’analisi comparata delle planimetrie del progetto dello Stadio del giornalista del Tempo Fernando Magliaro,  che  ha scoperto che nel nuovo progetto  si spende meno ma la via del Mare e l’Ostiense non cambiano come annunciato.In calce i link ai relativi elaborati consegnati da Eurnova nel 2016 – oggetto della CdS decisoria – e a quello consegnati nel maggio 2017, dopo le modifiche richieste  dalla Giunta Raggi.

Stadio della Roma, il bluff delle strade

Nel nuovo progetto si spende meno ma via del Mare e Ostiense non cambiano. Caos annunciato: la prima percorribile verso Ostia, la seconda verso il centro

 “Abbiamo migliorato la viabilità” e ”è prevista l’unificazione di via del Mare e via Ostiense nel tratto del Gra nodo Marconi” scrive Virginia Raggi lo scorso 6 giugno, all’approvazione, in Giunta, della nuova delibera di interesse pubblico sul progetto dello Stadio della Roma di Tor di Valle. “Il Tempo” è andato a vedere la carte per capire come fosse possibile che con 200mila euro in meno rispetto a quelli che si spendeva, con la delibera Marino, per rifare poco più di metà della strada (38,6 milioni di euro per 3,8km), ora si riesca a completare l’opera (38,4 milioni di euro per 6,8km). L’asse via Ostiense/via del Mare è lungo poco meno di 7km da viale Marconi al Gra ed è annoverato tra le strade più pericolose d’Italia: le due arterie, via del Mare e via Ostiense, corrono in parallelo una all’altra ma in corsie alternate, una scende verso Ostia, una sale verso il centro, poi ancora una che scende e quindi una che sale. Vegetazione debordante, segnaletica sbiadita, buche a volontà, incroci a raso completano il quadro. Nel progetto “versione Marino” era previsto il rifacimento della strada con la sua unificazione dei 3,8km che separano lo stadio dal raccordo per una spesa prevista in delibera di 38.6 milioni e salita quasi a 64 nel progetto definitivo. Per i restanti 3 km dallo Stadio a viale Marconi, erano genericamente previsti “interventi per la messa in sicurezza” non economicamente quantificati in delibera ma stimati 2,5 milioni di euro nelle tabelle del progetto 2016.

Veniamo al progetto “versione Raggi”. In delibera la vulgata penta stellata recita: “Unificazione della via del Mare e della via Ostiense nel tratto fra il raccordo e Marconi per un importo stimato di circa 38,4 milioni di euro”. A prima vista il risparmio è del 58% a chilometro rispetto alla “versione Marino” del progetto. Luca Montuori, assessore all’Urbanistica nella Giunta Raggi, spiega questo straordinario dimagrimento nei numeri affermando: “Dato che il business park si è ridotto di superficie, è stato guadagnato più spazio che ha consentito di ridurre il numero di cavalcavia e rotaie e, quindi, riusciamo a completare tutto l’intervento con minori costi”. Effettivamente, raffrontando le planimetrie del progetto Marino e di quello Raggi salta agli occhi immediatamente la scomparsa di tre rotatorie.

Nel nuovo progetto, le versione Raggi 2017, invece, il disegno della strada viene notevolmente semplificato: nel tratto dal Raccordo allo Stadio, al posto delle rotatorie vengono inseriti i classici svincoli, le strade vengono di fatto “smontate” e rifatte del tutto con quattro corsie a scendere verso Ostia e tre a salire verso il centro, più una complanare a servizio dello stadio e della viabilità locale. Dallo stadio a Marconi, invece, viene costruito un nuovo ponte sul Fosso del Vallerano ma, a parte un breve tratto di circa 300 metri, per il resto avremo esattamente l’attuale via Ostiense e via del Mare. Semplicemente l’Ostiense sarà percorribile solo in direzione centro mentre la via del Mare solo in direzione Ostia. In alcuni punti saranno aggiunte delle piccole complanari, come in prossimità della fermata della metro B Eur Magliana. Al cavalcavia sul Fosso del Cappellaccio, addirittura, le corsie dell’Ostiense, rispetto ad oggi, subiranno un lieve “dimagrimento”.

Insomma, dalle carte le differenze tra il progetto Marino e quello Raggi appaiono più mediatiche che reali. In tutto questo, rimangono assolutamente insoluti alcuni nodi che potrebbero trasformare ogni partita in un inferno di traffico: anche creando due “autostrade” interne, ci sono i tappi alle estremità, quello di viale Marconi e quello delle attuali rampe d’accesso per prendere il Raccordo, che non appaiono in grado di assorbire volumi di traffico come quelli che si producono in un post gara.

Fernando Magliaro

PROGETTO 2016 (Marino/Caudo) Elaborati relativi a riunificazione e messa in sicurezza della Via Ostiense (dal sito della Regione Lazio, trasparenza Stadio della Roma)

4_RIUNIFICAZIONE VIA OSTIENSE

Dal sito del Dipartimento Urbanistica – aggiornamento progetto consegnato MAGGIO 2017
6. ELABORATI PROGETTUALI RELATIVI ALLA MOBILITÀ

pdf  C4.1 – Master viabilistico (1:4000)  (f.to Pdf – Mb 19,98)
pdf  C4.2 – Relazione descrittiva viabilità generale  (f.to Pdf – Mb 4,50)
pdf  C4.3 – Book di dettaglio viabilità Unificata (da GRA a Marconi)  (f.to Pdf – Mb 9,45)
pdf  C4.4 – Relazione descrittiva viabilità Unificata (da GRA a Marconi)  (f.to Pdf – Mb 4,88)

pdf  Relazione sulla mobilità  (f.to Pdf – Mb 51,34)

 

immagine progetto 2017 viabilita ostiense del mare Schermata 2017-06-11 alle 12.05.05

 

immagine progetto 2017 viabilita ostiense del mare Schermata 2017-06-11 alle 12.05.55 immagine progetto 2017 viabilita ostiense del mare Schermata 2017-06-11 alle 12.04.46 immagine progetto 2017 viabilita ostiense del mare Schermata 2017-06-11 alle 12.03.52 immagine progetto 2017 viabilita ostiense del mare Schermata 2017-06-11 alle 12.06.16

Share This Post