Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Stadio della Roma e IX Municipio – osservazioni e controdeduzioni

consiglio muncipale IX 101 giguno stadio IX municipio

Dal video dello streaming del Consiglio del IX Municipio l’11 giugno 2017

Pubblichiamo un estratto della Delibera  approrovata (pubblicata dal Comune il 15 giugno 2017( Deliberazione Assemblea Capitolina n. 32-2017 (stadio della Roma) con le osservazioni avanzate dal Municipio IX dopo il Consiglio Municipale di domenica 11 giugno  e le controdeduzioni della Giunta capitolina, inserite nella delibera approvata.(purtroppo la videoregistrazione della seduta del Consiglio trasmesso in streaming, non è disponibile sul sito del Municipio, dove le registrazioni si fermano all’11 aprile scorso) (AMBM)

La proposta, in data 6 giugno 2017, è stata trasmessa al Municipio IX per l’espressione del parere da parte del relativo Consiglio

Il Consiglio del Municipio IX, con deliberazione in atti, ha espresso parere favorevole con le seguenti richieste e/o osservazioni:

a cui ha risposto la Giunta Capitolina, nella seduta del 12 giugno 2017

1)  verranno prioritariamente realizzate le “opere a scomputo” e solo successivamente, quindi dopo il completamento delle stesse, edificati lo stadio e le costruzioni del “Business Park”;

al punto 1) la richiesta, in quanto già ricompresa nel testo della Decisione di Giunta n. 18 del 6 giugno 2017 ai capoversi III e VII di pag. 11, non rende necessaria alcuna controdeduzione;

  • 2)  verranno ulteriormente manutenuti e valorizzati gli impianti comunali esistenti, attraverso l’organizzazione sistematica di molteplici iniziative sportive e culturali;

al punto 2) la richiesta non può essere accolta in quanto trattasi di prescrizione generica e non pertinente;

  • 3)  dovrà essere tutelato e assicurato il naturale assorbimento pluviale da parte dell’intera superficie interessata dalle opere, oltre a quanto già previsto in delibera, anche ove necessario, attraverso l’uso di strumenti tecnico-urbanistici;

al punto 3) la richiesta, in quanto già ricompresa nel testo della Decisione di Giunta n. 18 del 6 giugno 2017 al capoverso Vi di pag. 11, non rende necessaria alcuna controdeduzione;

  • 4) dovrà essere lasciata idonea fascia di rispetto attorno all’area del depuratore,chet enga conto di tutte le possibili esigenze future di espansione del predetto impianto A tutela dei cittadini e dei fruitori delle strutture l’impianto dovrà essere dotato di idonei sistemi di filtraggio atti a mitigare gli effluvi;

al punto 4) la richiesta, in quanto già ricompresa negli elaborati tecnici prot. QI 92494 del 25 maggio 2017 di adeguamento della proposta progettuale di che trattasi, non rende necessaria alcuna controdeduzione;

  • 5)  dovrà essere previsto un articolato e prolungato piano di manutenzione di ogni opera;
  • 6)  dovranno essere realizzate tutte le piste ciclabili pianificate nella zona e quelle progettate dalle competenti Commissioni capitoline e dei Municipi IX e XI, curando le interconnessioni con le altre piste ciclabili urbane e con i quartieri limitrofi;
  • 7)  dovràessereassicuratalafruizionecollettivadeglispazi,ancheneigiornienegliorari in cui non sono previste manifestazioni, con possibilità di utilizzo delle strutture sportive anche dalla cittadinanza attraverso un protocollo di intesa fra il proponente e le istituzioni locali;
  • 8)  l’accorpamento e ampliamento della Via del Mare – Ostiense dovrà garantire l’ottimizzazione del regolare flusso viario verso i quartieri limitrofi. Ciò attraverso l’attento rifacimento degli attuali punti di accesso: 
 Via Fosso del Torrino
2. Via di Decima
3. Via Monte del Finocchio
4. Via del Cappellaccio
5. Via Frugoni
in modo da non gravare creando difficoltà sulla nuova viabilità;
  • 9)  dovrà essere realizzato un Mobility Hub a Piazza Tarantelli seguendo il modello del progetto Reconnecting Suburbia 4.0;
  • 10) dovrà essere ulteriormente valorizzato il parco fluviale, dotandolo anche di attrezzature ludiche (parco giochi bambini) compreso un congruo numero di giochi per diversamente abili.

dal punto n. 5) al punto n. 10) le richieste in quanto suscettibili di essere condivise nel merito, sono accoglibili quali impegno per la Giunta subordinatamente alle valutazioni e verifiche che saranno successivamente condotte, anche in sede di progettazione tecnica di regolamentazione attuativa del complessivo progetto

 

Share This Post