Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

NO al rinvio delle regole per le slot machine della Regione Lazio

Pubblichiamo il Comunicato promosso da Carteinregola e altre associazioni

La Giunta Zingaretti ha approvato il rinvio al 2022 delle misure introdotte più di un anno fa che prevedevano che dal 1 settembre 2021 entrasse in vigore il “distanziometro” e che locali come bar e tabaccherie – alle sale gioco erano stati invece concessi 4/5 anni di tempo –  all’interno di un raggio di 500 metri da luoghi sensibili come scuole, centri anziani, ospedali ecc, dovessero rinunciare alle slot machine. Le voci di un possibile rinvio in seguito alla protesta degli operatori del settore avevano spinto varie associazioni per il contrasto al  gioco d’azzardo patologico a mobilitarsi, ottenendo varie rassicurazioni, in particolare dell’Assessore Troncarelli che aveva affermato, in una conferenza stampa indetta dalla Caritas solo 10 giorni fa, che la Giunta Zingaretti “rispettava integralmente” la legge regionale e  che “non sarebbe tornata sui propri passi”. Invece pochi giorni dopo le dichiarazioni sono state rimangiate e sono stati fatti i passi indietro da una Giunta composta da due partiti, PD e M5S, che del contrasto al Gioco d’Azzardo Patologico hanno fatto una bandiera, a partire dai rispettivi programmi elettorali. Così nel collegato al bilancio che approderà in Consiglio regionale nei prossimi giorni si sospende l’entrata in vigore del distanziometro per un altro anno, a tutto a vantaggio di chi trae profitto da una piaga sociale in cui rischiano di cadere soprattutto i più deboli e poveri, e soprattutto in  questo momento di smarrimento e difficoltà dovuti all’emergenza Covid.

Un segnale inquietante, quindi, e non solo per il Lazio, ma anche per tutte quelle Regioni italiane che hanno già introdotto con fermezza analoghe limitazioni, e che per questo sono oggetto di attacco da parte delle categorie del settore e di quelle parti politiche in cerca di facili consensi.

Le scriventi associazioni chiedono fin d’ora di essere ascoltate nelle sedi istituzionali che tratteranno il provvedimento, per chiedere che i consiglieri che antepongono al profitto di pochi  la salute e il benessere delle persone, soprattutto di quelle che le difficoltà spingono nel tunnel della dipendenza dal gioco e le loro famiglie, si impegnino per il ritiro del rinvio.

Associazione Carteinregola

Rete Esquilino Sociale

Slotmob

DaSud

Cittadinanzattiva Lazio

Libera Roma

Aspettare stanca

Rete per la parità

ARCI Roma

Coordinamento Residenti Città Storica

Centro di Iniziativa per la Legalità Democratica

Roma, 21 maggio 2021

3 Responses to NO al rinvio delle regole per le slot machine della Regione Lazio

  1. Pingback: Utilizzare l’informatica come strumento di prevenzione e controllo della diffusione del gioco d’azzardo |

  2. Pingback: Rischio rinvio delle disposizioni regionali per le slot machine, diciamo le cose come stanno |

  3. Pingback: Rinvio esclusione Slot Machine da pressi luoghi sensibili: Parere e raccomandazioni del Presidente dell’Osservatorio della Regione Lazio sul gioco d’azzardo |

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *