Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Candidati Sindaco, ora tutti anticonsumisti del suolo

Vignetta di Sergio Staino

di Maurizio Geusa (da Romainpiazza)

Almeno sul consumo di suolo  i principali candidati Sindaco sono concordi. Non si avvieranno nuovi cantieri nell’agro romano. Questo è quello che si deduce leggendo i loro Programmi elettorali disponibili on-line nei rispettivi siti.

Calenda, Gualtieri e Michetti lo affermano con toni diversi ma analoghi nella sostanza. Per la Sindaca uscente manca ancora un documento riepilogativo a cui fare riferimento ma per l’attività svolta potremmo associare anche lei nel gruppo degli “anticonsumisti”

Esaminiamo in dettaglio come sono declinate le proposte di non consumare nuovo suolo:

Per Carlo CALENDA fra i diversi obiettivi urbanistici si afferma in modo asciutto: “densificazione della città e tutela dell’agro, escludendo ulteriore consumo di suolo;” pag. 63.

Per Roberto GUALTIERI il tema ricorre cinque volte 

  • Roma sostenibile è una città a consumo di suolo zero,” – pag. 11
  • ripensare la città secondo criteri ambientali e sociali, attraverso lo stop al consumo di suolo,pag. 30 
  • stop nell’Agro romano al consumo di suolo,” Pag. 50
  • rigenerazione urbana senza ulteriore consumo di suolo;” Pag. 103
  • procedere ad interventi di trasformazione del territorio senza consumo di nuovo suolo,” Pag. 122 

Infine anche per Enrico MICHETTI :

Vareremo un programma urbanistico che non consumi il territorio, ma ne riqualifichi la qualità” – pag. 19.

In conclusione sembra ormai definitivamente tramontata l’espansione della città sui terreni ancora liberi della campagna romana. Tuttavia queste affermazioni di principio cozzano contro una eredità solo in parte visualizzata sul Prg rappresentata dalle pregresse aspettative edificatorie ancora e sempre destinate all’espansione residenziale. Questa sarà la vera prova di maturità della nuova amministrazione. Prendere queste aspettative e ricacciarle nella città costruita. Operazione complessa che supera il ciclo quinquennale di una sindacatura e quindi richiede un impegno maturo proiettato verso il futuro. Sarà capace l’Amministrazione entrante di affermare questa direzione ? 

Intanto, come si dice, un modesto suggerimento. Conoscere di quante case avremo bisogno nei prossimi anni. L’ultima indagine sul fabbisogno risale al 2009, Alemanno Sindaco, e i dati sono stati stiracchiati fino al 2019. Poi è arrivato il Covid e tutto quello che ne deriva in termini di finanziamenti, di semplificazioni e di nuovi bisogni. 

Per cambiare Roma sul serio ricominciamo dai numeri. 

Maurizio Geusa

da Romainpiazza 24 settembre 2021

per osservazioni e precisazioni: laboratoriocarteinregola@gmail.com

vai a Roma 2021, LE SCHEDE dei candidati Sindaco con tutte le informazioni e i programmi

vedi anche Roma 2021: Programmi a confronto sul verde di Giorgio Osti

One Response to Candidati Sindaco, ora tutti anticonsumisti del suolo

  1. Pingback: La newsletter del 2 ottobre 2021 – tutto elezioni Roma 2021 |

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *