Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Ha vinto il Comitato per la Difesa della Pineta di Villa Massimo

Di chi sia il merito della restituzione del Giardino Giovanni De Meo, detto “di Villa Massimo”,  un piccolo parco  di 7300 mq nel cuore del quartiere di Piazza Bologna, nel II Municipio di Roma, si può capire guardando una sequenza di foto: quelle degli anni 50’/60′, con una giostrina e un piccolo chiosco bar; quelle a partire  dal 2010, con la superfetazione del chiosco di 30 mq  in  un ristorante di circa 400 mq e  con l’avvio della realizzazione di alcuni manufatti con varie destinazioni commerciali  al centro pineta  – negli anni decimata – in sostituzione della giostra e delle piccole strutture annesse; quelle di oggi, il 15 maggio 2019, giorno dell’inaugurazione, con  il parco di nuovo destinato a verde, ripiantumazioni e giochi – gratuiti – per bambini .

confronto storico villa massimo

in alto foto d’epoca con la giostrina e il chiosco di 30 mq; in basso le costruzioni non completate e il ristorante

Inaugurazione Vilal Massimo (foto ambm)

Inaugurazione Vilal Massimo (foto ambm)

IMG_1421 villa massimo palloncini e bambiniE se oggi la cittadinanza ha di nuovo un parco pubblico, il merito è SOLO E SOLTANTO DELLA DETERMINAZIONE DEI  CITTADINI del Comitato per la Difesa della Pineta di Villa Massimo, che si sono  battuti per anni per salvare  il verde e l’uso pubblico del giardino. Cominciando con una raccolta di firme e  con varie  manifestazioni, continuando con l’impugnazione della determina  dirigenziale comunale, avviando a spese proprie una serie di ricorsi e sollecitando le varie amministrazioni coinvolte a intervenire a tutela del parco. Poi, nell’ agosto 2014,  la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per il Comune di Roma mette nero su bianco   che  tutte le trasformazioni realizzate nel tempo nella pineta sono illegittime in quanto  non sono state autorizzate, esprime  parere negativo rispetto al progetto presentato  e chiede  un piano di recupero e restauro. Successivamente si avrà la conferma che il giardino  è vincolato.  Infine, una serie di sentenze del TAR e del Consiglio di Stato – l’ultima pochi giorni fa –  danno ragione al Comitato e al Comune, che nel frattempo aveva  ritirato la  concessione al privato.

Così,   soprattutto grazie alla costante sollecitazione  dei cittadini, l’allora Assessora  all’Ambiente comunale Pinuccia Montanari  e la Presidente del Municipio Del Bello qualche mese  fa hanno presentato pubblicamente il progetto di riqualificazione,   che ha portato all’abbattimento dei manufatti abusivi nell’area verde  e  alla riapertura di un parco pubblico, inaugurato  oggi 15 maggio, alla presenza della Sindaca Raggi e  della Presidente Del Bello.

villa massimo palco raggi del bello comitato villa amssimoCi si sarebbe aspettati che,  dopo un tale impegno, il Comitato per la Difesa della Pineta di Villa Massimo, insieme a Italia Nostra Roma e a Carteinregola che lo hanno sostenuto in tutti questi anni, vedesse  riconosciuto il proprio ruolo in difesa dell’interesse pubblico. Invece  la Presidente Del Bello, nel suo discorso ufficiale ha citato molte associazioni del II Municipio, evitando vistosamente qualsiasi riferimento alle tre più attive proprio nella vicenda del Giardino De Meo.

Fortunatamente la  Sindaca, tempestivamente informata del mancato riconoscimento al Comitato, ha invitato a salire sul palco la presidente di Carteinregola e una rapprentante del Comitato per la Difesa della Pineta di Villa Massimo, offrendo  finalmente la possibilità a quest’ultimo  di prendere la parola e rendersi visibile.

Perchè incredibilmente nelle settimane scorse si erano diffuse notizie che attribuivano  tutto il merito della riqualificazione al Municipio –  che, dobbiamo dirlo, si è mosso soprattutto perchè costantemente  pungolato dalla cittadinanza –  o che trasformavano  la battaglia per la legalità e la restituzione pubblica del  giardino in  un fastidio dei residenti  a causa dal rumore  del ristorante, o addirittura, come nella newsletter del Presidente della commissione ambiente municipale, additando  i cittadini che avevano promosso i ricorsi come responsabili  della chiusura del  parco, senza fare cenno ai motivi, come se si fosse trattato di  un inspiegabile capriccio.

E, se non fosse stato per la sensibilità della Sindaca, anche la cerimonia di inaugurazione  si sarebbe conclusa lasciando nel fuori scena i veri protagonisti di una battaglia che, prima ancora che per il giardino, è stata per l’affermazione dei valori civili della legalità e dell’ìinteresse pubblico. E ringraziamo le numerose testate giornalistiche che hanno dato loro   il meritato  risalto*

Gruppo patrimonio pubblico dell’Associazione Carteinregola

Per osservazioni e precisazioni: laboratoriocarteinregola@gmail.com

ultima modifica: 18 magio 2019 ore 17

del bello pagina fb villa massimo Schermata 2019-05-18 alle 17.00.44Post scriptum: prendiamo come una sorta di “risarcimento postumo” l’inserimento, da parte della Presidente Del Bello, sulla sua pagina Fb, sebbene oltre ogni tempo massimo nel pomeriggio dopo la cerimonia, del Comitato per la Difesa della Pineta di Villa Massimo tra i comitati ringraziati

> Vai alla scheda di Villa Massimo a cura di Thaya Passarelli in collaborazione con il  Comitato per la difesa della pineta di Villa Massimo e l’Associazione Italia Nostra,  http://www.carteinregola.it/index.php/villa-massimo/

Vedi anche

* vedi

Buongiorno Regione Lazio 15 giugno 2019 https://www.rainews.it/tar/lazio/notiziari/video/2019/05/ContentItem-879ba0b0-3ad7-4513-b74e-238977572dad.html

Repubblica 15 giugno 2019 Roma, dopo sei anni riaprono i giardini di villa Massimo Terreno rimodellato, smontate le strutture lasciate incomplete, vialetti riportati al disegno e alla base di sabbia originari
di PAOLO BOCCACCI https://roma.repubblica.it/cronaca/2019/05/15/news/roma_riaprono_giardini_villa_massimo-226359671/
Roma Today 15 giugno 2019 Riapre Villa Massimo: era chiusa da sei anni Dopo sei anni riapre Villa Massimo: il Nomentano scaccia lo spettro del giardino deserto La storica pineta nel cuore del Municipio II torna ai cittadini: arrivano panchine, alberi e fiori. Raggi: “Risultato raggiunto grazie a lavoro di squadra” di Sara Mechelli  https://www.google.com/amp/amp.nomentano.romatoday.it/nomentano/villa-massimo-riaperta-inaugurazione.html

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>