Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Noi non molliamo

Comincia un nuovo anno, che costringe a fare bilanci e proponimenti. Ancora di più dopo un altro periodo di emergenza, paure, solitudini e scoramento. Ma il bilancio principale che dovremmo fare è quello dei valori e delle priorità, dopo che la pandemia ha cambiato il nostro sguardo sulla realtà che ci circonda. Non solo per l’aumento della povertà e delle disuguaglianze, ma per averci fatto toccare con mano che il modello di sviluppo in cui eravamo – siamo – immersi non può funzionare: per le persone, per l’ambiente, per il nostro patrimonio comune. E noi, cittadini attivi che da tempo ci impegniamo per migliorare qualcosa del mondo, dalla piazzetta sotto casa in su, siamo i primi che non possono mollare. Perchè in tutti questi anni abbiamo imparato, anche nostro malgrado, a “vedere” oltre la rassicurante narrazione quotidiana della politica e dei media, e quando si “vede” una realtà che grida all’ingiustizia e all’urgenza del cambiamento, non ci si può girare dall’altra parte.

Così il nostro impegno cominciato da emergenze piccole e grandi, dai nostri quartieri si è allargato a comprendere tutta la città, e spesso ancora oltre, anche oltre il nostro Paese. La pandemia ci ha ricordato che non ci sono confini nè fortini, il nostro futuro è quello del pianeta e la nostra salvezza è la salvezza di tutti i popoli. E anche se siamo una piccola comunità, vogliamo sostenere uno sviluppo più equo e sostenibile, ben diverso dall’illusione del tutto-tornerà-come-prima, dall’inutile ecologia del bla bla, dall’ipocrisia di chi lavora per dividere ancora di più il nostro Paese tra ricchi e poveri.

In questi due anni di emergenza sanitaria nella nostra città sono diventate visibili tante catene di solidarietà, ma anche le difficoltà e le sofferenze delle tante Rome, dove i cittadini non hanno casa, o spazio vitale sufficiente, o accesso alle tecnologie, o verde, servizi, luoghi di incontro e di cultura. Da due mesi si è insediata una nuova Amministrazione che deve affrontare problemi gravi e annosi ma che ha anche nuove prospettive e progetti, con l’arrivo dei fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, oltre a quelli per il Giubileo del 2025 e, se sarà scelta la Capitale, dell’ Esposizione Mondiale del 2030. Eventi speciali, come quelli che a Roma spesso hanno lasciato scie di cemento e di opere incompiute, con profitti per i privati e debiti per il pubblico. Oppure opportunità per davvero, condivise e per tutti. Dipende anche da noi.

Carteinregola continuerà il suo lavoro di critica e proposta, battendosi per la trasparenza e per l’interesse pubblico, perchè le promesse elettorali non vengano ancora una volta messe nel cassetto, o non vadano a infiorare narrazioni che non corrispondono ai fatti, e agli atti.

Siamo un gruppo di cittadini, di persone con provenienze e appartenenze diverse, di amici, che condividono la libertà di guardare e raccontare, di continuare a chiedere e a proporre. La libertà di non avere niente da guadagnare, se non una città, e magari un mondo, migliori.

Per questo, non molliamo. E ci incamminiamo insieme in questo 2022.

Anna Maria Bianchi Missaglia

15 gennaio 2022

vai a Il 2021 di Carteinregola

laboratoriocarteinregola@gmail.com

> Vai ai profili delle persone che lavorano nel Laboratorio Carteinregola

Vai alla storia e a tutte le iniziative di Carteinregola

Vai a Carteinregola istruzioni per l’uso

One Response to Noi non molliamo

  1. Pingback: Il 2021 di Carteinregola |

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *