Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Verde pubblico di Roma: on line sul sito del Comune la mappatura

riepilogo generale mappatura verde roma Schermata 2020-03-22 alle 09.09.55

Dal riepilogo generale della Mappatura del verde pubblico sul sito del Comune di Roma marzo 2020

Pubblichiamo dal sito del Comune di Roma l’articolo e i materiali della mappatura del Verde pubblico di Roma, con le schede relative alle aree verdi in manutenzione al Dipartimento, suddivise per singoli Municipi. Si tratta di 1.569 aree – 42.696.430 mq -  di competenza del Dipartimento Tutela Ambientale di cui sono riassunte: superficie, tipologia di verde, eventuale decentramento, adozioni, convenzioni o concessioni in corso, matricola IBU, presenza di aree giochi, aree sportive e fontane. (AMBM)

(dal sito di Roma Capitale)

Online sul portale di Roma Capitale la mappatura del verde pubblico

Sono state pubblicate ieri, lunedì 16 marzo, sul portale di Roma Capitale, nelle pagine del Dipartimento Tutela Ambientale (vedere in calce) tutte le schede relative alle aree verdi in manutenzione al Dipartimento, suddivise per singoli Municipi.

I tecnici dell’Assessorato e del Dipartimento, in questi mesi, hanno verificato centinaia di documenti e di verbali e fatto accertamenti per catalogare le 1.569 aree che sono risultate di competenza del Dipartimento Tutela Ambientale. Su di esse, inoltre, sono state acquisite una serie di importanti e utili informazioni: superficie, tipologia di verde, eventuale decentramento, adozioni, convenzioni o concessioni in corso, matricola IBU, presenza di aree giochi, aree sportive e fontane.

Si tratta di una solida base da cui partire che verrà affinata e continuamente aggiornata. Questa operazione di sistematizzazione del catasto del verde, attesa da 25 anni, è fondamentale per calibrare gli investimenti, stabilire le competenze e programmare gli interventi su aree finalmente identificate. I nostri tecnici stanno già lavorando per creare anche un collegamento ipertestuale per ognuna delle singole aree in modo da avere contezza degli arredi urbani e delle attrezzature presenti. Ringrazio tutti coloro che si sono impegnati in questo enorme lavoro di mappatura del verde pubblico”, dichiara l’assessora alla Politiche del Verde Laura Fiorini.

REDAGG. 17 MAR 2020

Aree verdi in manutenzione al Dipartimento Tutela Ambientale

In questa pagina viene riportato l’elenco delle aree verdi in manutenzione al Dipartimento Tutela Ambientale, suddivise per municipi.

Si tratta di 42.696.430 mq, per un totale di 1.595 aree; per il 90,05% mantenute in economia, il 7,22% in convenzione ed il 2,74% in adozione.

La base catastale riporta la classificazione ISTAT delle varie tipologie di area verde, nel seguente modo:

  • A – Arredo stradale: Aiuole spartitraffico, rotatorie, banchine cordonate;
  • B – Aree di sosta: Impianti arborei e piccoli appezzamenti verdi posti a contorno delle aree destinate al parcheggio;
  • C – Verde attrezzato di quartiere: Aree adibite a piccoli parchi e giardini di quartiere con giochi per bambini, aree cani, etc. (attrezzate con percorsi di fruizione, panchine etc.), destinate ad uso pubblico da parte dei cittadini;
  • D – Verde storico archeologico: a Roma rientrano in questa categoria le grandi Ville storiche come Villa Borghese, Villa Pamphili, Villa Ada, Villa Sciarra, etc. Include le aree tutelate a norma delle disposizioni dell’art. 10, Capo I Titolo I Parte II, del D. Lgs. 22 gennaio 2004, “Codice dei beni culturali e del paesaggio”: ville, parchi e giardini che abbiano interesse artistico o storico (aree sottoposte precedentemente ai vincoli della Legge 1089/39 e del D. Lgs. 490/99) e le aree tutelate a norma delle disposizioni dell’art. 136, Capo II Titolo I Parte III, del D. Lgs. 22 gennaio 2004, n. 42, “Codice dei beni culturali e del paesaggio”: ville, giardini e parchi, non tutelati dalla Parte II dello stesso decreto, che si distinguono per la loro non comune bellezza (aree sottoposte precedentemente ai vincoli delle Leggi 1497/39, 431/85 e del D. Lgs. 490/99).
  • E – Grandi parchi urbani: parchi, ville e giardini urbani estesi con preesistenze archeologiche, monumenti, ville e casali protette e caratterizzate da habitat di particolare valore naturalistico e da una varietà di ambienti naturali e nicchie ecologiche che conservano al proprio interno valori naturalistici e/o storico-architettonici (vedi per esempio Riserva Naturale Valle Aniene) riconosciuti tali dagli appositi strumenti urbanistici locali.
  • F- Verde speciale: Giardini che conservano collezioni botaniche di particolare pregio ( es. Roseto Comunale, Orto Botanico, etc.).

I dati sono aggiornati al mese di marzo 2020.

ALLEGATI

 

Per osservazioni e  precisazioni: laboratoriocarteinregola@gmail.com

 

 

 

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>