Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

A VIA GIULIA SI RISCHIA DI PASSARE DALLA PADELLA ALLA BRACE

via giulia 2012 3 light

I rinvenimenti archeologici a Largo Perosi

A Largo Perosi, dove, durante le indagini archeologiche per la realizzazione di un  parcheggio interrato da 366 box auto, sono venute alla luce le scuderie di Augusto (foto accanto), potrebbe sorgere un complesso edilizio con un palazzo di 4 piani (foto in basso). La società titolare del previsto parcheggio ha infatti presentato un project financing per realizzare sull’area un albergo di lusso, decine di appartamenti tra i 45 e i 150 metri quadrati, un “urban center”da 1.900 metri quadrati con uno spazio convegni da 120 posti. Il tutto dovrebbe servire a  finanziare la musealizzazione dell’importante sito archeologico, che sarebbe inglobato negli edifici. Una proposta  discutibile sotto molti punti di vista, a partire dal fatto    che aggiungere nuove strutture nel cuore del centro storico vuol dire aumentare i carichi urbanistici e  rendere tra l’altro perfettamente inutile la realizzazione dei parcheggi, dato che aumentando  il numero dei residenti e anche quello degli utenti delle nuove strutture, si avrebbe  un corrispondente aumento della domanda di sosta (> leggi tutto su sostasostenibile)

rendering via giulia repubblica

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
7 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Maria
Maria
9 anni fa

La proposta però mi sembra del tutto compatibile con quanto previsto dal PRG a ricucimento del tessuto edilizio sventrato a suo tempo da Buonanima. Un urban center di 1.900 mq di proprietà del Comune di Roma e a servizio dei cittadini e un museo moderno che valorizzi dei ritrovamenti così importanti non mi sembra una cattiva idea tutto sommato.

carteinregola
9 anni fa
Reply to  Maria

A noi sembra comunque discutibile edificare cubature sopra un sito archeologico, riteniamo che potrebbe essere un pericoloso precedente; tuttavia, per la serietà che ci contraddistingue, stiamo approfondendo tutte le informazioni e ci esprimeremo definitivamente solo dopo aver analizzato il progetto. Possiamo però rimarcare fin d’ora due criticità: l’impatto sulla vivibilità e sulla mobilità del centro storico di nuove edificazioni (con il corredo di pesi urbanistici e di aumento della domanda di sosta) e soprattutto la mancanza di un concorso di idee e della partecipazione dei cittadini alla stesura della proposta.

Maria
Maria
9 anni fa

La proposta però mi sembra del tutto compatibile con quanto previsto dal PRG a ricucimento del tessuto edilizio sventrato a suo tempo da Buonanima. Un urban center di 1.900 mq di proprietà del Comune di Roma e a servizio dei cittadini e un museo moderno che valorizzi dei ritrovamenti così importanti non mi sembra una cattiva idea tutto sommato.

carteinregola
9 anni fa
Reply to  Maria

A noi sembra comunque discutibile edificare cubature sopra un sito archeologico, riteniamo che potrebbe essere un pericoloso precedente; tuttavia, per la serietà che ci contraddistingue, stiamo approfondendo tutte le informazioni e ci esprimeremo definitivamente solo dopo aver analizzato il progetto. Possiamo però rimarcare fin d’ora due criticità: l’impatto sulla vivibilità e sulla mobilità del centro storico di nuove edificazioni (con il corredo di pesi urbanistici e di aumento della domanda di sosta) e soprattutto la mancanza di un concorso di idee e della partecipazione dei cittadini alla stesura della proposta.

Maria
Maria
9 anni fa

La proposta però mi sembra del tutto compatibile con quanto previsto dal PRG a ricucimento del tessuto edilizio sventrato a suo tempo da Buonanima. Un urban center di 1.900 mq di proprietà del Comune di Roma e a servizio dei cittadini e un museo moderno che valorizzi dei ritrovamenti così importanti non mi sembra una cattiva idea tutto sommato.

carteinregola
9 anni fa
Reply to  Maria

A noi sembra comunque discutibile edificare cubature sopra un sito archeologico, riteniamo che potrebbe essere un pericoloso precedente; tuttavia, per la serietà che ci contraddistingue, stiamo approfondendo tutte le informazioni e ci esprimeremo definitivamente solo dopo aver analizzato il progetto. Possiamo però rimarcare fin d’ora due criticità: l’impatto sulla vivibilità e sulla mobilità del centro storico di nuove edificazioni (con il corredo di pesi urbanistici e di aumento della domanda di sosta) e soprattutto la mancanza di un concorso di idee e della partecipazione dei cittadini alla stesura della proposta.

trackback

[…] A VIA GIULIA SI RISCHIA DI PASSARE DALLA PADELLA ALLA BRACE […]