Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Scarpellini, l’immobiliarista della centralità Romanina combattuta dai comitati

romanina elio light

Membri della Comunità terrioriale del VII Municipio durante un collegamento di Buongiorno Regione dalla Romanina nel 2013 (Foto AMBM)

Insieme  all’arresto  di  Raffaele Marra, c’è stato nei giorni scorsi quello dell’immobiliarista Sergio Scarpellini, anche se quest’ultimo è  passato un po’ in secondo piano, superato  dalle ricadute politiche del primo: eppure l’evento è altrettanto clamoroso per tutti i comitati e le associazioni che si sono battuti contro alcuni progetti edificatori dell’imprenditore, tra cui la centralità Romanina, una delle Delibere oggetto del presidio in Campidoglio di Carteinregola e altri comitati dal dicembre 2012 all’aprile 2013, conclusosi vittoriosamente con la non approvazione della delibera (1). Pubblichiamo una ricostruzione della vicenda di Aldo Pirone della Comunità territoriale del VII Municipio.

OLTRE A MARRA C’E’ PURE SCARPELLINI

di Aldo Pirone*

L’altro giorno, nella notizia dell’arresto di Marra, che ha terremotato di nuovo la giunta pentastellata di Virginia Raggi, era contenuto anche l’arresto dell’immobiliarista Sergio Scarpellini. Ambedue accusati di corruzione dai magistrati e ritenuti meritevoli delle patrie galere per la loro pericolosità sociale. Io ho conosciuto Sergio Scarpellini e spero per lui – persona simpatica e gioviale – che le accuse si rivelino insussistenti. Mi corre l’obbligo, se non altro per memoria storica, di dire brevemente come sono venuto in contatto, anzi in contrapposizione, con lui. Una contrapposizione che mi ha riguardato in quanto facente parte della Comunità Territoriale, il coordinamento dei Cdq e delle associazioni del territorio dell’allora X Municipio. Tutto nasce con la redazione del nuovo PRG ai tempi dell’amministrazione di centrosinistra di Veltroni. Il 18 febbraio 2005, al centro anziani Di via Gregoraci, il Sindaco venne all’illustrazione della cosiddetta Centralità urbana metropolitana di Romanina. Grande assemblea con assessori comunali e municipali, rinfresco offerto dall’imprenditore. Illustrazione di un progetto che interessava un’area di 93 ettari circa che Scarpellini aveva comprato nel 1990 sborsando 160 milioni di lire. In parole povere in quell’area, originariamente dedicata a servizi pubblici generali, ai piedi dei Castelli Romani, avrebbero dovuto allocarsi 750.000 mc. poi lievitati a 1 milione e 129.000 mc. un anno dopo in fase di controdeduzioni al PRG, di cui il 60% occupati da non meglio specificate funzioni pubbliche, un 20% di abitazioni e un 20% cosiddetto variabile. La Comunità Territoriale, rappresentata dall’allora coordinatore Fabio Depino, intervenne nel dibattito pubblico dicendo subito che il territorio municipale non sentiva la necessità di quel pesante intervento cementificatorio, anche se esso veniva, con il solito infiocchettamento, presentato come elemento fondamentale di riqualificazione della nostra periferia.

rendering-romanina-da-sito-scarpelliniDa quel momento è cominciata da parte della Comunità Territoriale una battaglia campale contro una speculazione edilizia che è diventata un esempio di come la rendita parassitaria pretendeva di dominare lo sviluppo della città con la compiacenza di quasi tutta la politica di centrosinistra e di centrodestra. Le tracce di questa battaglia sono presenti in vari e continui articoli da me pubblicati su “Abitarearoma.net”, nella trasmissione di Report del maggio 2008 su “I Re di Roma”(2) e nei video ancora presenti sul sito del Comune delle assemblee svoltesi in Municipio durante il 2012 (3). Oltre che in alcuni libri come quello di Francesco Erbani intitolato:“Roma. Il tramonto della città pubblica(4). Una battaglia nutrita di numerose riunioni e assemblee popolari indette dalla Comunità Territoriale guidata da Maurizio Battisti diventato nel frattempo coordinatore, e da quelle indette da altri per sostenere gli interessi di Scarpellini e alle quali la medesima Comunità partecipò per contrastare quegli appetiti.

Sono stati 7 anni di lotta condotta su tanti fronti anche quello politico. Non contento del regalo fattogli dal nuovo PRG Sergio Scarpellini chiese subito un aumento delle cubature. Fin dall’autunno del 2007 cominciò a premere per portarle a 1.600.000 mc. con un cambiamento sostanziale del rapporto fra area dedicata a interventi pubblici e quella per interventi privati e abitativi, trovando qualche orecchio disponibile all’interno stesso della sinistra. Ma, alla fine, il non possumus del centrosinistra prevalse. Arrivato Alemanno l’offensiva cementificatoria divenne alluvionale. La giunta di centrodestra praticamente azzerò il già insostenibile progetto del PRG e praticamente lo sommerse portando le cubature a 1.920.000 mc., riducendo l’area di interesse pubblico al 5% e moltiplicando l’abitativo che avrebbe dovuto occupare un’area di ben 600.000 mq con palazzi di dieci piani e tre torri di 94 mt. di altezza [vedi progetto in calce dal sito del gruppo Scarpellini NDR].

copertina-progetto-romanina-da-sito-gruppo-scarpelliniL’edilizia abitativa privata passava da 224.000 mc. a 1.341.000 mc. In pratica – secondo il progetto redatto con la mano sapiente dell’archistar Manuel Salgado – 4.000 abitazioni in palazzoni di 8 piani lunghi 160 mt. punteggiati da tre torri alte 64 mt e altri più o meno 500.000 mc. di attività terziarie private, avrebbero dovuto collocarsi alle pendici dei Castelli romani sotto Frascati.
Quel tentativo non passò grazie alla mobilitazione delle associazioni partecipative, a cominciare da Carteinregola di Anna Maria Bianchi e Italia Nostra di Mirella Belvisi, che praticamente occuparono per diverse settimane l’aula di Giulio Cesare (5) aiutate dall’ostruzionismo di tre consiglieri comunali: Gemma Azuni di Sel, Andrea Alzetta di Action e, abbastanza isolato dal resto del suo gruppo, Athos De Luca del PD. La questione di Romanina era fra le famigerate 64 delibere di fine consiliatura che Alemanno voleva portare a casa nella primavera del 2013, per pagare così diverse cambiali.

Questo, sinteticamente, molto sinteticamente, per la storia.

Durante quegli anni di mobilitazione e battaglie ciò che vedemmo è che Sergio Scarpellini aveva contribuito a finanziare, come lui stesso disse in TV, diversi partiti importanti sia a destra che a sinistra. “So’ tutti bravi ragazzi” soleva dire ai giornalisti che lo interrogavano in proposito. Il 14 maggio uscì su “Il Fatto Quotidiano” un servizio sui finanziamenti dei potentati economici alla politica, in cui si scriveva che Scarpellini aveva donato “50 milioni di lire ai Ds calabresi e poi 48 mila euro ai Ds romani. Ma ha sempre contribuito alle spese dei partiti con le sue società, Milano 90 e Progetto 90. Sempre attento ai Ds prima e Pd poi: 200 mila euro in totale”. Ma non è mancato il fronte centrodestra: “100 mila euro all’Udc, 50 mila al Pdl, 35 ai Cristiano Popolari di Baccini e 25 ai leghisti” (6).

Degli  affari dell’immobiliarista Scarpellini a Roma, la cronaca giornalistica e televisiva se ne è occupata più volte. Non risultava che avesse violato la legge, perché non ne aveva bisogno. Poteva chiedere e gli veniva dato perché, diceva, “Durante la campagna vengono qui bianchi, rossi e verdi e noi un contributo lo diamo sempre. A tutti. Gli imprenditori romani fanno così” (7). E aggiungeva: “Io non sono né di sinistra né di centro o di destra, sono di tutti. Tifo per la Roma e vado a vedere pure la Lazio. Sono un imprenditore da larghe intese”.

Adesso la Procura lo accusa di corruzione. Vedremo se le accuse sono fondate. Ma certamente è fondata la costatazione di una politica che a Roma, e non solo a Roma, è stata compiacente e dipendente da immobiliaristi, costruttori e finanzieri.

Ma su questo, a sinistra e nel PD, e meno che mai nei partiti di centrodestra, non si sono sentite né si sentono autocritiche di sorta.

scarica il progetto Romanina 2012 Redux (dal sito del Gruppo Scarpellini)

romanina 4 light

__________________________________________________________________________________________________________________

aldo pirone* Aldo Pirone, ha lavorato come poligrafico all’ANSA, membro storico della Comunità Territoriale del VII Municipio (prima X)  scrive su AbitareaRoma

 

 

(1) vedi la nostra scheda

06. Delibera sulla centralità di Romanina

06. Delibera sulla centralità di Romanina

(aggiornata al marzo 2013) Scheda a cura di Aldo Pirone Comunità Territoriale X Municipio comitatoxmunicipio@yahoo.it Densificazione per ulteriori 800.000 Mc. (arrivando quindi a 2 Milioni di Mc) con una diversa ripartizione…

Redazione –4 dicembre 2012 Continua#

NO AL CEMENTO DELLA ROMANINA

NO AL CEMENTO DELLA ROMANINA>Guarda il video della diretta di Buongiorno Regione  (3 collegamenti: a  4’30” dall’inizio, a  15’55” e  a 24’50”) _ guarda le altre immagini dalla diretta di Buongiorno Regione di stamane…

04 aprile 2013  RomaToday Romanina: occupati i terreni di Scarpellini per rivendicarne la vocazione agricolaLa Centralità Romanina, la cui realizzazione è legata all’approvazione del pacchetto di 64 delibere capitoline, incontra le resistenze dei Movimenti di lotta per la casa Fabio Grilli

(2) Vai al sito della Rai- Report  Video I re di Roma Durata:01:08:38 Andato in onda:04/05/2008

(3)dal sito del Dipartimento Urbanistica

rogramma urbanistico “Progetto Centralità Romanina”. Processo partecipativo

Progetto Centralità RomaninaIn data 15 novembre 2012 l’Assessorato all’Urbanistica e il Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica – U.O. Grandi Opere Strategiche hanno comunicato l’avvio della prima fase del processo partecipativo riguardante gli Indirizzi al Sindaco per la sottoscrizione dell’Accordo di Programma ai sensi dell’art. 34 del D. Lgs. 267/2000 concernente il Programma Urbanistico “Progetto Centralità Romanina”.

L’avvio del processo partecipativo è avvenuto secondo quanto previsto dal “Regolamento di partecipazione dei cittadini alla trasformazione urbana” (f.to Pdf – Kb 60), Allegato A alla Delibera C.C. n. 57 del 02.03.2006 (f.to Pdf – Kb 232).

L’iter del processo partecipativo è proseguito con la convocazione, avvenuta il 28 novembre 2012, dell’incontro partecipativo aperto alla cittadinanza che si è tenuto il 18 dicembre 2012 alle ore 16.30 presso la Sala Rossa del Municipio X, P.za Cinecittà 11. Nel corso dell’incontro è stato illustrato alla cittadinanza il Progetto e sono stati raccolti i contributi partecipativi (osservazioni e proposte, anche scritte). Gli interventi e i contributi partecipativi presentati sono stati recepiti nel Documento della Partecipazione, che accompagnerà la proposta di delibera in tutto l’iter procedurale.

Il Programma Urbanistico “Progetto Centralità Romanina”, pervenuto all’A. C. nel settembre 2011, è stato presentato nel corso di in un ciclo di quattro Incontri Tematici di supporto alla programmazione urbanistica del medesimo.

Gli incontri, rivolti alle organizzazioni accreditate presenti sul territorio del Municipio Roma X, hanno approfondito i temi relativi a:
Disegno Urbano,
Ambiente-Archeologia-Servizi,
Funzioni Pubbliche e SUL Pubblica Premiale,
Mobilità,
e si sono svolti rispettivamente l’1.02.2012, l’8.02.2012, il 15.02.2012 e il 22.02.2012.
In data 11.04.2012, è stato attivato un forum, suddiviso in quattro sezioni, ciascuna delle quali basata su uno degli argomenti trattati durante gli incontri tematici, finalizzato all’ulteriore approfondimento delle criticità emerse.

In forza delle condizioni poste da alcuni pareri e ad esito dello svolgimento del ciclo degli incontri tematici, l’amministrazione capitolina ha richiesto integrazioni e adeguamenti agli elaborati progettuali del Programma Urbanistico. La proposta in esame si realizza mediante un insieme sistematico di interventi diversi come le opere di urbanizzazione, la rete dei servizi e degli impianti, le nuove costruzioni e le sistemazioni ambientali, attraverso un Nuovo Intervento Urbanistico relativamente all’ambito urbano da trasformare, nonché con interventi di Ristrutturazione Edilizia, per quanto riguarda gli edifici esistenti.

Ascolta gli interventi dell’incontro partecipativo

Le informazioni sul programma urbanistico oggetto del processo partecipativo possono essere richieste a:
Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica
U.O. Grandi Opere Strategiche
Via del Turismo, 30 – 00144 Roma
Telefono 06.6710.6432 – 6433 – 71597
Fax 06.5914260
E-mail: iolanda.fiori@comune.roma.it

Allegati
Memoria di Giunta del 01.10.2010 (f.to Pdf – Mb 6,06)
Memoria di Giunta del 21.10.2010 (f.to Pdf – Mb 8,87)
Documento della Partecipazione (f.to Pdf – Mb 18,89)
Documenti di progetto:
R01 – Relazione tecnica illustrativa (f.to Pdf – Mb 48,46)
R02 – Norme tecniche di attuazione (f.to Pdf – Mb 10,63)
R03 – Relazione di massima delle spese (f.to Pdf – Mb 7,12)
R04 – Relazione sulla mobilità (f.to Pdf – Mb 126,69)
R05 – Relazione geologica (f.to Pdf – Mb 9,12)
R06 – Relazione vegetazionale (f.to Pdf – Mb 12,76)
Carta dei punti di ripresa (f.to Pdf – Mb 19,49)
Carta UDS (f.to Pdf – Mb 9,50)
Carta della Classificazione Agronomica dei Terreni (f.to Pdf – Mb 8,58)
Carta fisionomica della vegetazione (f.to Pdf – Mb 9,28)
R07 – Relazione archeologica (f.to Pdf – Mb 3,33)
B01 – Estratto di PRG vigente (f.to Pdf – Mb 3,53)
B02 – Planimetria catastale e proprietà (f.to Pdf – Mb 1,13)
B03 – Inquadramento territoriale – il sistema ambientale (f.to Pdf – Mb 5,35)
B04 – Inquadramento territoriale – il sistema insediativo morfologico (f.to Pdf – Mb 3,53)
B05 – Inquadramento territoriale – il sistema delle dotazioni territoriali (f.to Pdf – Mb 5,54)
B06 – Inquadramento territoriale – il sistema della mobilità (f.to Pdf – Mb 4,94)
B07 – Sintesi delle componenti e delle relazioni con il contesto (f.to Pdf – Mb 5,21)
B08 – Stato di fatto Area d’Intervento (f.to Pdf – Mb 1,15)
B09 – Carta per la Qualità e Analisi Archeologica (f.to Pdf – Mb 4,74)
B10 – Previsioni PTPR e PTP Pendici dei Castelli ambito 15/11 (f.to Pdf – Mb 7,79)
C01a – Rete viaria e parcheggi pubblici su base catastale (f.to Pdf – Mb 3,69)
C01b – Rete viaria e parcheggi pubblici su base aerofotogrammetrica (f.to Pdf – Kb 9,65)
C02 – Zonizzazione su base catastale (f.to Pdf – Mb 6,55)
C03a – Verde e servizi pubblici su base catastale (f.to Pdf – Kb 926)
C03b – Verde e servizi pubblici su base aerofotogrammetrica (f.to Pdf – Mb 1,01)
C04 – SUL pubblica (f.to Pdf – Kb 916)
C05 – SUL privata (f.to Pdf – Mb 1,74)
C06 – Esecutivo planivolumetrico (f.to Pdf – Mb 5,13)
C07 – Esemplificativo planivolumetrico (f.to Pdf – Mb 29,54)
C08 – Principi di organizzazione degli spazi verdi (f.to Pdf – Mb 25,46)
P01 – Documentazione fotografica (f.to Pdf – Mb 8,63)
P02 – Stato attuale del sistema paaesaggistico-ambientale e dei valori storico-culturali (f.to Pdf – Mb 17,37)
P03 – sistema paaesaggistico-ambientale e dei valori storico-culturali ad esito del progetto (f.to Pdf – Mb 16,96)
P04 – Inquadramento del progetto nel contesto insediativo: planimetria e profili (f.to Pdf – Mb 9,07)
P05 – Viste prospettiche del progetto (f.to Pdf – Mb 3,08)
T1 – Planimetrie generali (f.to Pdf – Mb 8,07)
T2 – Sezione tipo, tracciati planimetrici e profili altimetrici: Spina est ovest (f.to Pdf – Mb 4,05)
T3 – Sezione tipo, tracciati planimetrici e profili altimetrici: Tunnel est ovest (f.to Pdf – Mb 3,32)
T4 – Sezione tipo, tracciati planimetrici e profili altimetrici: Trasversali nord sud (f.to Pdf – Mb 3,47)
T5 – Sezione tipo, tracciati planimetrici e profili altimetrici: Locali est ovest (f.to Pdf – Mb 3,10)
T6 – Sezione tipo, tracciati planimetrici e profili altimetrici: Locali nord centro sud (f.to Pdf – Mb 3,15)
T7 – Sezione tipo, tracciati planimetrici e profili altimetrici: Tuscolana nord sud (f.to Pdf – Mb 3,64)
T8 – Sezione tipo, tracciati planimetrici e profili altimetrici: Metropolitana leggera (f.to Pdf – Mb 4,94)
Analisi economico-finanziaria (estratto) (f.to Pdf – Mb 1,61)

Vedi anche:
“Progretto Centralità Romanina”. Incontri tematici di supporto alla progettazione urbanistica
Forum “Progetto Centralità Romanina”

One Response to Scarpellini, l’immobiliarista della centralità Romanina combattuta dai comitati

  1. Pingback: Morassut e Caudo su Scarpellini e Romanina |

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *