Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Beni culturali : servono più tecnici e più mezzi per la tutela, e non meno tutela

Johann_Heinrich_Wilhelm_Tischbein_007 lightQuesti uomini lavoravano per l’eternità;
tutto essi han preveduto,
fuorchè l’insania dei devastatori,
a cui tutto ha dovuto cedere.

Goethe, Viaggio in Italia.
Lettera del II Novembre 1756

AGGIORNATO  al 12 MARZO

In seguito all’articolo apparso il  9 marzo su la Repubblica, Soprintendenze: beni culturali in sabbie mobili di veti e burocrazia, a firma di Giovanni Valentini (1), un gruppo di associazioni ha risposto al giornalista  su Patrimonio SOS con un appello (2).

IMG_5357 Piazza navona

Ne è scaturito un acceso dibattito, arricchito da diversi contributi, tra cui una lettera di Andrea Carandini, presidente del FAI (3), la replica all’articolo di Valentini di cinquanta funzionari e tecnici del Mibact (sul sito PatrimonioSOS, insieme a vari interventi (4), fino all’articolo odierno sull’Unità di Vito Romagnoli (5). Oggi, 12 marzo,  su la Repubblica la replica del giornalista:  “Quelli che difendono le Soprintendenze” (6)

______________________________________________________________

(1) Soprintendenze: beni culturali in sabbie mobili di veti e burocrazia – Giovanni Valentini Repubblica del 9 marzo 2014Articolo Valentini Soprintendenze Repubblica del 9 marzo 2014. “Tutti i no delle soprintendenze che ostacolano i tesori d’Italia”: “A Roma si chiama “la maledizione dei coccetti”: per dire i reperti archeologici che riemergono a ogni scavo nella Caput mundi, come avviene da sempre per la metropolitana, fermando spesso lavori grandi e piccoli, pubblici e privati”. Scarica l’articolo Articolo Valentini Soprintendenze Repubblica 9 marzo 2014

(2)Più tecnici e più mezzi per la tutela, e non meno tutela

Qualche giorno fa, le associazioni che sottoscrivono questo appello hanno ripetuto una nuova dura denuncia contro l’ennesimo sfregio al nostro patrimonio culturale. In quelle righe si ribadiva anche la sollecitazione agli organi di tutela, troppo spesso accomodanti, a mantenere alta la guardia.
Per questo siamo rimasti stupefatti nel leggere ieri, su “Repubblica”, in prima pagina, un titolo come “I no delle Soprintendenze che rovinano i tesori d’Italia” e all’interno, nell’articolo, l’intera antologia degli stereotipi più logori, disinformati e disinformanti contro gli organi di tutela: un inverosimile attacco alle ragioni stesse della tutela del patrimonio.


Esercitando la “paralisi della conservazione”, la “burocrazia” delle Soprintendenze sarebbe quindi, secondo l’articolista, responsabile di “congelare la modernizzazione e paralizzare l’aspetto urbanistico delle città.” Insomma, “per dirla con Matteo Renzi, incatenare il Belpaese”. Adesso abbiamo capito meglio il senso di questo siluro a sorpresa. Più volte il presidente del Consiglio ha attaccato soprintendenti “che nessuno ha eletto” come chi attaccava i magistrati anch’essi non eletti da nessuno.
L’esplicito e ripetuto rimando al corso del nuovo premier e il devoto omaggio alla sua “vision” in campo culturale, ci ripropongono l’abusata immagine dell’italico assalto al carro del vincitore di turno. Peccato che la vittima designata, il rottamato, in questo caso, non sia tanto l’apparato dirigenziale del Ministero per i Beni Culturali, colpevole caso mai del contrario, ovvero di aver assecondato, in questi ultimi anni, tante richieste al ribasso di parte politica, quanto piuttosto il nostro stesso patrimonio archeologico, storico-artistico, paesaggistico. Pompei, Volterra, le mura aureliane crollano perché, mancando tecnici e fondi, non c’è sufficiente tutela, non perché ve ne sia troppa.
Se prevarrà questa nuova poderosa pulsione definitiva alla deregulation, l’accesso alla bellezza sarà sempre più circoscritto a pochi privilegiati, che ne possiedono in via esclusiva le chiavi. Gran parte del patrimonio sarà trasformata e stravolta in tante Disneyland per turismo globale, mentre l’altra, la meno “redditizia”, rovinerà su sé stessa nel giro di pochi anni, sepolta dal cemento e dai rifiuti.
L’11 novembre 1786, a commento di una passeggiata romana, Goethe scriveva: “Questi uomini lavoravano per l’eternità; tutto essi hanno preveduto tranne la demenza dei devastatori, cui tutto ha dovuto cedere.”
Se questo è il nuovo che avanza, il retrogusto sa d’antico. Anzi di vecchiume reazionario.

Roma, 10 marzo 2014
Vezio De Lucia, presidente Associazione R. Bianchi Bandinelli
Vittorio Emiliani, presidente del Comitato per la Bellezza
Alberto Asor Rosa, presidente Rete dei Comitati per la difesa del territorio
Maria Pia Guermandi, Consigliere Nazionale Italia Nostra
Edoardo Salzano, Direttore eddyburg.it
Anna Marina Foschi, presidente Italia Nostra Emilia-Romagna,
Carlo Alberto Pinelli, presidente Mountain’s Wilderness
Desideria Pasolini dall’Onda, Salvatore Settis, Tomaso Montanari, Paolo Leon, Mario Torelli, Marco Tullio Giordana, Donata Levi, PatrimonioSos, Adriano La Regina, Andrea Emiliani, Corrado Stajano, Gianandrea Piccioli, Pier Luigi Cervellati, Paolo Fabbri, Paolo Berdini, Antonio Pinelli, Sauro Turroni, Luciana Prati, Giovanna Borgese, Francesca Valli, Nino Criscenti, Fernando Ferrigno, Giulio Castelli, Paolo Cacciari, Pier Giovanni Guzzo, Gabriele Simongini

(3)  http://www.manuelaghizzoni.it/2014/03/10/salviamo-i-soprintendenti-di-andrea-carandini/

(4) su Patrimonio SOS

12-03-2014
Ancora firme per l’appello contro l’articolo di Valentini su Repubblica (in continuo aggiornamento)

11-03-2014
Continuano ad arrivare adesioni alla protesta contro l’articolo di Valentini su Repubblica

11-03-2014
RASSEGNA STAMPA: aggiornata al giorno 11/3/2014

10-03-2014
Risposta della presidente di Assotecnici all’articolo di Valentini su Repubblica

10-03-2014
Un’altra risposta all’articolo di Valentini su La Repubblica. Più tecnici e più mezzi per la tutela, e non meno tutela

09-03-2014
Intervento di Giuliano Volpe a proposito di ‘I no delle Soprintendenze che rovinano i tesori d’Italia’

(5) scarica l’articolo2014.03.12 l’Unità – QUELLA POLEMICA CONTRO LE SOPRINTENDENZE

(6) scarica l’articolo di Valentini del 12 marzo 2014.03.12 Repubblica – QUELLI CHE DIFENDONO LE SOPRINTENDENZE

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
paolo campidori
8 anni fa

L’ha ribloggato su Firenze .

paolo campidori
8 anni fa

L’ha ribloggato su Firenze .

paolo campidori
8 anni fa

L’ha ribloggato su Firenze .