Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Catastrofe anagrafica romana

dal sito del Comune di Roma

dal sito del Comune di Roma

di Gabriele Lazzi

Probabilmente solo quei cittadini che ne hanno in questo momento bisogno si rendono conto della estrema criticità dei servizi legati alla carta d’identità e ai certificati anagrafici.

Al momento non è possibile avere una nuova carta d’identità elettronica. Né è possibile prenotarla.

Che cosa dice il sito del Comune sulla carta d’identità elettronica (1)?
Ci informa che la carta d’identità va richiesta con ampio anticipo, ci spiega che non è più possibile la prenotazione recandosi nei Municipi e che non è più consentita la prenotazione mediante il sistema “TuPassi”. Ci informa tuttavia che possiamo farlo tramite il servizio AgendaCie https://agendacie.interno.gov.it/logInCittadino.do, fornendoci anche il link per accedere (2)
Ma qui, dopo una onerosissima procedura di registrazione, si arriva ad una pagina che consente di vedere gli appuntamenti fissati MA NON DI FISSARNE UNO NUOVO (almeno per Roma).
Insomma si è in un cul de sac. Che fare? La mia esperienza personale (allo sportello del Municipio VII, il mio) è stata che, dopo una veemente discussione, l’impiegato mi ha cercato una prenotazione dalla sua postazione, alla fine prenotandomi per il 31 Gennaio prossimo. Evviva! A posteriori mi viene da pensare che avrei forse anche potuto cercare di “passare per amicizie”…

Credo che sia ovvio per  tutti che il documento d’identità è un diritto primordiale del cittadino, chiave di accesso a tutti gli altri servizi pubblici e a moltissimi privati, che infatti ce lo chiedono tutti i giorni. Non poterne disporre porta a problemi che possono essere enormi.

Credo anche che queste considerazioni siano venute in mente anche a qualcuno al Comune, visto che un’altra pagina della medesima sezione del sito ci dice che:

La carta d’identità cartacea viene rilasciata presso tutti i Municipi….esclusivamente in presenza di furto o smarrimento legato a casi specifici ed urgenti tassativamente indicati e di seguito riportati, sempre che l’utente non disponga di altro documento d’identità. In tal caso il richiedente dovrà attestare la propria identità alla presenza di due testimoni e sottoscrivere, sotto la propria responsabilità anche di natura penale, dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà relativa alla circostanza di non possedere altro documento d’identità in corso di validità. Alla predetta dichiarazione va allegata copia della denuncia di furto o smarrimento.” (3)

Tradotto in pratica, si dice nei corridoi, bisogna andare in Municipio la mattina presto, cercare di prendere uno dei soli 10 (dieci!) numeretti per accedere allo sportello per il rilascio  della carta, poi aspettare fiduciosi con tutta la documentazione (ad es. i biglietti per un viaggio all’estero) e convincere i testimoni a rimanere. Siamo al medioevo.

Ultimamente il disservizio si è esteso ai normali servizi anagrafici.

Per accedere agli sportelli per i correnti certificati anagrafici è diventato necessario prenotarsi attraverso l’applicazione “TuPassi”, via Internet (https://www.tupassi.it/) (4) e non più ai totem presso i Municipi. Così si evitano le file. Bene.

Solo che quasi sempre attraverso il sito non è possibile prenotarsi e l’applicazione risponde “Nessuna disponibilità”. Ad esempio oggi 12 ottobre, alle 15 la situazione per la richiesta di certificati (a vista o differiti) è la seguente:

NESSUNA possibilità di prenotazione per i Municipi 1, 5, 6, 7, 13, 14.Possibilità solo a novembre per i Municipi 3 e 4. Possibilità a fine ottobre per i Municipi 2, 8, 10 , 11, 15

I fortunati sono quelli che possono andare a via Silone o a via Luigi Moretti. Andando agli uffici gli impiegati invitano seraficamente a riprovare e/o a provare in altri Municipi.
Sempre attraverso il sistema della veemente discussione negli uffici del municipio, l’impiegato mi ha alla fine prenotato  per il 24 ottobre prossimo a Via Goito! (al comune utente non è possibile ricercare la prima data disponibile).

E’ EVIDENTE Il DISAGIO CREATO, SEMPRE CRESCENTE.
E’ infine particolarmente odioso che l’informatizzazione dei servizi sia usata come maschera, schermo per scansare responsabilità e creare barriere tra il cittadino e i servizi, invece dell’opposto.

Per osservazioni e rpecisazioni: laboratoriocarteinregola@gmail.com

 

(1) https://www.comune.roma.it/web/it/scheda-servizi.page? stem=anagrafe1&contentId=INF141252

(2)all’indirizzo web del sito di Roma Capitale  Sistema di prenotazione AgendaCIE https://www.comune.roma.it/web/it/scheda-servizi.page?contentId=INF141252&pagina=3

sito governo carta identita elettronica Schermata 2018-10-12 alle 17.55.36All’indirizzo web del Ministero dell’Interno per la Carta d’identità elettronica (https://agendacie.interno.gov.it/logInCittadino.do) si accede dopo una lunga e complessa operazione di registrazione

(3)All’indirizzo web del sito di Roma Capitale  https://www.comune.roma.it/web/it/scheda-servizi.page?stem=anagrafe1&contentId=INF141252 si avverte  di chiedere la carta d’identità  con congruo anticipo:

A) La carta d’identità cartacea viene rilasciata presso tutti i Municipi (a prescindere dallo specifico domicilio di residenza territoriale) esclusivamente in presenza di furto o smarrimento legato a casi specifici ed urgenti tassativamente indicati e di seguito riportati, sempre che l’utente non disponga di altro documento d’identità. In tal caso il richiedente dovrà attestare la propria identità alla presenza di due testimoni e sottoscrivere, sotto la propria responsabilità anche di natura penale, dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà relativa alla circostanza di non possedere altro documento d’identità in corso di validità. Alla predetta dichiarazione va allegata copia della denuncia di furto o smarrimento:

– tutela alla salute
– partecipazione a procedure concorsuali (concorsi pubblici, bandi di gara, ecc…) – consultazione elettorale

– viaggio con presentazione di biglietto ovvero prenotazione di soggiorno in struttura ricettiva
– iscritti A.I.R.E. (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero)

B) La sola motivazione del furto o dello smarrimento del documento d’identità per ottenerne il rinnovo cartaceo è consentita esclusivamente in assenza di ulteriore documento d’identità e, anche in tal caso, la richiesta dovrà, parimenti a quanto previsto nella precedente lett. A), essere effettuata alla presenza di due testimoni, sottoscrivendo, sotto la propria responsabilità anche di natura penale, dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà relativa alla circostanza di non possedere altro documento d’identità in corso di validità.

Si richiama, in proposito, quanto disposto dal DPR 445/2000 recante il Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa che, all’art. 35, statuisce inequivocabilmente i documenti di identità e di riconoscimento da ritenersi equipollenti alla carta di identità (il passaporto, la patente di guida, la patente nautica, il libretto di pensione, il patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici, il porto d’armi, le tessere di riconoscimento, purché munite di fotografia e di timbro o di altra segnatura equivalente, rilasciate da un’amministrazione dello Stato).

C) Ai cittadini temporaneamente dimoranti/domiciliati a Roma Capitale viene rilasciata la carta d’identità cartacea a seguito di ottenimento del Nulla Osta da parte del Comune di residenza e secondo la normativa vigente.

(4)

sito tu passi Schermata 2018-10-12 alle 17.58.29All’indirizzo Tu passi https://www.tupassi.it/ si può cercare andando caso per caso
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *