Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Demolizioni abusi al II Municipio: trasparenza ancora troppo opaca

Il palaghiaccio dell'Axel, sul lungo Tevere Flaminio chiuso dopo il   sequestro

Il palaghiaccio dell’Axel, sul lungo Tevere Flaminio chiuso dopo il sequestro

a cura di Thaya Passarelli

Dopo le riunioni della Commissione Garanzia, Controllo e Trasparenza[1]  e l’appello delle Associazioni alla Presidente del Municipio 2 Francesca Del Bello[2] per chiedere chiarezza sulle demolizioni degli abusi edilizi, alcune novità e un po’ di delusione…

La scorsa settimana la Giunta ha approvato i criteri di priorità per procedere alle demolizioni senza rendere nota, tuttavia, la lista aggiornata degli abusi edilizi. Il Consiglio del Municipio riunitosi il 21 novembre, infatti, non disponeva ancora dell’elenco.

E si è appreso che rientreranno nelle competenze del Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica di Roma Capitale – in ottemperanza al Protocollo d’Intesa stipulato il 3 giugno 2016 tra Roma Capitale e la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma[3] – una decina di interventi su aree vincolate, ma  non si sa quali siano questi interventi.

In compenso è stata approvata una mozione da parte del Consiglio municipale che prevede, tra le altre cose, la richiesta alla Sindaca Raggi di imporre la chiusura immediata delle attività commerciali che non regolarizzano i propri abusi edilizi.

E’ passato un mese dalla nostra prima segnalazione della problematica [1]: che fine ha fatto  la pubblicazione on-line sul sito del Municipio della lista degli interventi di rimozione-demolizione previsti?

Di seguito gli ultimi aggiornamenti.

16 novembre 2016

Alle 10.30 si è tenuta la seduta congiunta[4] della Commissione Trasparenza, Controllo e Garanzia e della Commissione Commercio, Affissioni e Pubblicità, O.S.P., Mercati, Tributi, Attività Produttive, Legalità per discutere sul seguente o.d.g.:
1. Elaborazione e votazione delibera su chiusura attività commerciali con manufatti abusivi
2. Varie ed eventuali.

Al termine della riunione (a cui ha partecipato anche Carteinregola) è stato verbalizzato che il documento con la lista degli abusi da rimuovere/demolire non era ancora pervenuta.

Si è votata una proposta di mozione (Prot. CB 124700 del 17/11/2016) per impegnare la Presidente e la Giunta del Municipio 2 a richiedere di avviare un un’indagine di mercato per poter procedere all’affidamento immediato dell’incarico alla ditta per le demolizioni e non perdere così i 300.000 Euro disponibili nel Bilancio 2016 considerato anche che,  ai sensi della Sentenza della Corte di Cassazione n. 1622 del 27/3/2015 ORDINANZA DI RIMOZIONE DI SUOLO PUBBLICO [5],  la Sindaca Virginia Raggi ha il potere discrezionale di imporre la chiusura immediata delle attività commerciali che non regolarizzano i propri abusi edilizi. [1]

Il Consigliere Andrea Signorini (Lega – Noi con Salvini) ha reso noto che avrebbe richiesto la convocazione di un Consiglio Straordinario sulla questione demolizioni-rimozioni anche per definire i criteri di priorità negli abbattimenti.

17 novembre 2016

La  Giunta del Municipio 2 emana la direttiva n. 2/2016 (Prot. CB 125028 [6] ) con cui fissa i criteri di priorità per le demolizioni delle opere abusive contenute nell’elenco redatto dagli uffici tecnici municipali che, tuttavia, NON è allegato alla direttiva.

I criteri di priorità approvati dalla Giunta, per la demolizione delle opere abusive accertate, sono:

  • Sentenza passata in giudicato
  • Abuso edilizio realizzato su suolo di proprietà dello stato o ente pubblico;
  • Abuso edilizio ricadente su area protetta o in regime vincolistico;
  • Abuso edilizio ricadente all’interno di aree già oggetto di programmazione urbanistica.

Dal documento emerge anche che l’Assessore all’Urbanistica di Roma Capitale, Paolo Berdini,: ”… ha chiesto in data 3 agosto 2016 (Prot. QI 143529)  la lista degli interventi realizzati abusivamente su area vincolata, ricadenti nel territorio del Municipio, per i quali sia già stata emessa Sentenza di demolizione, al fine di inserirli nelle attività attribuite alla Direzione Programmazione e Attuazione Urbanistica…” e che: “ in data 9/9/2016 (Prot. CB 93930)  la Direzione Tecnica ha trasmesso una lista di dieci opere abusive   realizzate su area vincolata e oggetto di Sentenze passate in giudicato, stralciandole dal suddetto elenco elaborato dagli Uffici tecnici municipali”. Purtroppo, inspeigabilmente,  neanche la lista delle dieci opere sopracitate  è allegata alla direttiva.

21 novembre 2016

Si riunisce nell’Aula Consiliare  in via Dire Daua – alle ore 10 – il Consiglio del Municipio per discutere la Mozione n. 55 “Demolizione manufatti abusivi” (di iniziativa della Commissione Trasparenza e della Commissione Commercio riunitesi congiuntamente il 16 novembre u.s.).

Il Consigliere Scicchitano (Fd’I) rende noto di aver finalmente ricevuto – a seguito di ben due richieste di accesso agli atti – la lista delle demolizioni previste nel territorio del Municipio 2 e comunica che l’elenco contiene n. 73 abusi edilizi da demolire[7].

Durante il Consiglio viene illustrata la mozione[8] che prevede l’impegno per la Giunta e l’Assessore competente:

– a procedere immediatamente all’affidamento dell’incarico per l’esecuzione degli abusi edilizi con la somma disponibile in bilancio (ricordiamo 300.000 Euro);

– a pubblicare sul sito del Municipio 2 l’elenco delle demolizioni-rimozioni previste nel rispetto della normativa sulla privacy;

– a impegnare la Sindaca Virginia Raggi a procedere alla chiusura immediata delle attività commerciali che non vorranno regolarizzare i propri abusi edilizi.

La mozione è stata approvata all’unanimità dei presenti con emendamenti presentati da maggioranza e opposizione.

Il testo definitivo della mozione, e il verbale della riunione di Consiglio, non sono disponibili sul sito del Municipio 2 alla data del 24 novembre.

Per comunicazioni e/o integrazioni scrivere a: info@carteinregola.it

 Note:

[1] Vai al nostro articolo : http://www.carteinregola.it/index.php/ii-municipio-rimmandata-la-commissione-trasparenza-sugli-immobili-abusivi/

[2] http://www.carteinregola.it/index.php/vogliamo-trasparenza-sulle-demolizioni-degli-abusi-edilizi-del-ii-municipio/

[3] Abbiamo richiesto il testo del Protocollo che non è ancora pervenuto.

[4] Vai alla convocazione: http://www.comune.roma.it/pcr/it/newsview.page?contentId=NEW1253550

[5] Vai alla sentenza: http://www.quotidianoentilocali.ilsole24ore.com/pa24.php?idDoc=16780601&idDocType=3

[6] Disponibile al link: http://www.comune.roma.it/pcr/it/newsview.page?contentId=NEW794761

[7] L’elenco non era a disposizione dei Consiglieri ma del solo Presidente della Commissione Trasparenza, Giuseppe Scicchitano.

[8] Non disponiamo del documento ufficiale finale approvato dal Consiglio che provvederemo a pubblicare non appena disponibile sul sito del Municipio 2.

One Response to Demolizioni abusi al II Municipio: trasparenza ancora troppo opaca

  1. Pingback: Le associazioni chiedono l’abbattimento del manufatto abusivo al Flaminio (e una pianificazione degna di una Capitale) | cittadinanzattivaflaminio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *