Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Un bando per il Farmer’s Market di Via di S.Teodoro

salvaschermo verdura mercato

aggiornamento 22 marzo: Mercato San Teodoro, il Tar  dà ragione all’Amministrazione capitolina in merito alla decisione di affidare il Mercato agricolo di San Teodoro con un bando trasparente, aperto e in tempi brevi. Nel dispositivo che respinge la richiesta di sospensiva, il giudice amministrativo sottolinea espressamente che la decisione di subordinare la concessione a una “procedura di evidenza pubblica è funzionale al perseguimento di interessi pubblici” che – prosegue l’ordinanza – “appaiono prevalenti tenuto conto dei principi costituzionali di imparzialità e buon andamento nonché di matrice europea” sottolineando  anche che “la circostanza che la procedura di evidenza pubblica per l’individuazione del gestore sia stata immediatamente avviata dà congruamente conto della premura con la quale l’amministrazione capitolina intende perseguire l’interesse pubblico sotteso all’utilizzo dell’immobile a fini mercatali” (> leggi l’articolo sul sito del Comune)

Dopo le polemiche seguite alla chiusura del  Farmer’s market di Via S. Teodoro di proprietà comunale, affidato dalla Giunta Alemanno a una fondazione di riferimento di Coldiretti, il Comune lancia un bando   per raggruppamenti di operatori in possesso dei requisiti previsti che si chiuderà  venerdì 28 aprile. I criteri di selezione dovrebbero  premiare la qualità, le aziende agricole del territorio, i loro prodotti migliori, dando priorità ai progetti che propongo anche finalità culturali e artigianali. L’assessore Meloni annuncia  l’elaborazione del regolamento per i Farmer’s Market cittadini.

Intanto un gruppo di consiglieri di Fratelli d’Italia e della lista Meloni martedì 21 marzo presenterà una mozione all’Assemblea Capitolina  che chiede alla sindaca di dare un’autorizzazione temporanea alla fondazione di Coldirettimozioni fdi s.teodoro 21 marzo ass cap Schermata 2017-03-19 alle 22.11.49

(dal sito del Comune di Roma)

Mercato agricolo San Teodoro, pubblicato il bando. Criteri all’insegna di trasparenza e qualità

Criteri di qualità per premiare l’agricoltura “romana doc” e le sue autentiche eccellenze: filiera corta, frutta e verdura certificate, rifiuti “a impatto zero” anche sul versante del trasporto.  È quanto prevede il bando pubblicato da Roma Capitale (vedi notizia, bando e allegati sulle pagine del Dipartimento Sviluppo Economico, Attività Produttive e Agricoltura – anche in calce) che consentirà la riapertura del mercato agricolo di San Teodoro al Circo Massimo, con un affidamento trasparente in tempi brevi e nel rispetto della legalità e delle norme.

L’avviso pubblico definisce chiaramente le regole per la selezione delle proposte con cui gli operatori si candidano a organizzare e gestire gli spazi di via San Teodoro (il sabato, la domenica e nelle altre festività tradizionali), divenuti in questi anni un punto di riferimento per i consumatori romani e per la spesa di qualità.

Solo i produttori diretti saranno ammessi alla selezione. Il bando è riservato, infatti, agli imprenditori agricoli, singoli o associati, che oltre ad essere in regola con tutte le previsioni della normativa nazionale e regionale, realizzino la loro attività nel territorio del Comune di Roma, della Città Metropolitana e, comunque, nella Regione Lazio. Per garantire l’identità locale e la provenienza dei prodotti, il bando prevede un punteggio maggiore (40 punti) per chi realizza l’intero ciclo produttivo nel Comune di Roma.

Il progetto sarà poi giudicato sulla base di altre caratteristiche di qualità: iscrizione delle imprese alla “Rete del lavoro agricolo di qualità” e al “Registro aziende biologiche della Regione Lazio”; produzioni con certificazioni come Dop, Doc, Docg, Igp, Igt.

Particolare attenzione è stata assegnata anche alla dimensione “green” e “sociale” dei progetti. Verrà valutato positivamente il basso impatto ambientale dei trasporti, l’impatto zero dei rifiuti, la predisposizione di progetti a carattere culturale e sociale, la disponibilità a sottoscrivere convenzioni per distribuire le eccedenze alimentari ad associazioni umanitarie. Per garantire un aiuto alle imprese agricole in difficoltà, un punteggio supplementare è riservato alle aziende provenienti da territori colpiti da calamità naturali.

Le proposte devono essere presentate da raggruppamenti di operatori in possesso dei requisiti previsti entro e non oltre le ore 12.30 di venerdì 28 aprile. La graduatoria avrà una durata di 3 anni e il raggruppamento vincitore dovrà versare un canone annuale di 111mila euro.

“Avevamo promesso di riaprire il mercato agricolo di San Teodoro nel pieno rispetto della legalità e della trasparenza, per dare continuità a un’esperienza apprezzata dai consumatori”, dichiara l’assessore Adriano Meloni (Sviluppo economico, Turismo e Lavoro). “Abbiamo predisposto in brevissimo tempo un bando che premia la qualità, le aziende agricole del territorio, i loro prodotti migliori, dando priorità ai progetti che propongo anche finalità culturali e artigianali. Il prossimo passo sarà l’elaborazione del regolamento per i Farmer’s Market cittadini”

“Stiamo spendendo tutte le nostre energie per il rilancio del sistema dei mercati romani. Questo ci consentirà”, conclude Meloni, “di dare finalmente alle imprese la dignità che meritano e soprattutto di offrire ai cittadini un servizio di qualità”.

Vedi anche

Farmer’s market del Circo Massimo: andiamo oltre gli articoli di giornale

Mercato Agricolo di San Teodoro, è online l’Avviso Pubblico

Criteri di qualità per premiare la produzione a filiera corta e i produttori agricoli “romani doc”, rifiuti “a impatto zero” anche per quanto riguarda i trasporti. Ecco alcuni punti contenuti nell’Avviso Pubblico per la selezione di proposte progettuali finalizzate all’organizzazione e la gestione in via sperimentale di un mercato agricolo a vendita diretta nel Complesso dell’Ex Mercato Ebraico del Pesce a Via San Teodoro 74.

L’Avviso, che è consultabile dal 14/03/2017 sull’Albo Pretorio online di Roma Capitale, intende affidare, nelle more dell’adozione del regolamento sui “Mercati Riservati alla Vendita Diretta da parte degli imprenditori agricoli”, l’organizzazione e la gestione di un mercato riservato alla vendita diretta da parte degli imprenditori agricoli da tenersi nei fine settimana (sabato e domenica) e nei giorni festivi tradizionali.

Si specifica che le domande vanno presentate entro e non oltre le ore 12.30 del giorno 28 aprile 2017, secondo le modalità indicate nell’Avviso Pubblico.

Consulta i seguenti documenti:

Determinazione Dirigenziale rep. n. QH/407/2017 – prot. n. QH/15924 del 14/03/2017 – “Avviso Pubblico per la selezione di proposte progettuali finalizzate all’organizzazione e la gestione in via sperimentale di un mercato agricolo a vendita diretta nel Complesso dell’Ex Mercato Ebraico del Pesce a Via San Teodoro 74”

Avviso

Allegato 1 – Istanza

Allegato 2 – Dichiarazioni sostitutive atto di notorietà

Allegato 3 – dichiarazioni territorialità titoli e certificazioni

Allegato 4 – Documentazione informativa tavole e piante catastali

Allegato 5 – Convenzione

Rendicontazione Gestionale 5A – Spese Sostenute

Rendicontazione Gestionale 5B – Spese Previste

Allegato 6 – Disciplinare del mercato

Allegato 7 – Metodologia di valutazione

One Response to Un bando per il Farmer’s Market di Via di S.Teodoro

  1. Pingback: Commercio su area pubblica: regole, mezze regole, regolicchie e quaqquaraquà |

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *