Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Il video e gli interventi audio del webinar Il mare è di tutti

IL MARE E’ DI TUTTI a cura di Carteinregola e Associazione Mare Libero Ostia – 5 luglio 2022

Intervengono : Roberto Biagini, Presidente Coordinamento Nazionale Mare Libero  –  Alessandra Camaiani, Avvocato Responsabile dipartimento giuridico coop. Generazioni Future – Andrea Catarci, Assessore al decentramento e alla Partecipazione Roma –  Sarah Gainsfort giornalista — Danilo Ruggiero Ass. Mare Libero Ostia – Edoardo Zanchini – Legambiente, Forum Disuguaglianze Diversità.

Ascolta l’audio deglio interventi:

Introduzione Anna Maria Bianchi e Intervento Danilo Ruggiero Mare Libero Ostia (16’15”)

Intervento Andrea Catarci Assessore alla città dei 15 minuti, al decentramento e alla partecipazione (17’5″)

Intervento Roberto Biagini, Presidente Coordinamento Nazionale Mare Libero (17’44”)

Intervento Sarah Gainsfort giornalista (6’52”)

Intervento Alessandra Camaiani, Avvocato Responsabile dipartimento giuridico coop. Generazioni Future (15’13”)

Intervento Edoardo Zanchini – Legambiente, Forum Disuguaglianze Diversità (7’49”)

I cittadini, quindi la collettività generalizzata, devono essere i principali utilizzatori e fruitori dei servizi che provengono dall’ utilizzo delle spiagge, che sono beni demaniali marittimi. E ciò andrebbe fatto non soltanto fissando percentuali minime a livello comunale di spiagge libere, in equilibrio con quelle in concessione, ma anche intervenendo mediante opere di riqualificazione delle coste e di tutela del litorale. Trattandosi di beni pubblici, lo Stato avrebbe innanzitutto il dovere di soddisfare l’ interesse collettivo dei cittadini e garantirne il libero accesso e la libera fruibilità. La modalità concessoria, discrezionale e in ogni caso sempre finalizzata al pubblico interesse, costituisce l’eccezione alla regola e come tale deve essere concepita e disciplinata. In Italia in questi anni abbiamo invece assistito ad un avvilente “dibattito culturale e politico” che ribaltava i termini della questione, quasi che il demanio fosse nella disponibilità dei concessionari come un loro bene privato. Solo la magistratura, l’ Unione Europea e una forte cassa di risonanza che ha dato voce ad un associazionismo sempre più attento alle esigenze della tutela dei beni pubblici, hanno sensibilizzato l’opinione pubblica, ad un ritorno alle origini del “demanio come bene di tutti” e non “privilegio di pochi”.

L’argomento è di stringente attualità, per il dibattito parlamentare ancora in corso*, con un fronte trasversale che vorrebbe ancora una volta prolungare le concessioni persino oltre i termini stabiliti dal Consiglio di Stato.

Intanto per il litorale di Ostia, uno dei luoghi al centro del dibattito, come luogo emblematico dove da anni è sparito il “lungo mare” sostituito dal “lungo muro”, il Sindaco Gualtieri ha deciso di riportarne la gestione in capo al Comune con una Delibera di Giunta che andrà al voto dell’Assemblea capitolina (1).

Ma più che le competenze, per i cittadini conta la partecipazione, la possibilità di dialogare con le istituzioni nella decisione sulle regole, anche in vista della redazione del PUA, Piano di Utilizzo degli Arenili, che con la predente amministrazione era stato elaborato (ma poi non approvato) senza alcuna partecipazione di tante realtà civiche del territorio.

26 giugno 2022 (ultima modifica 5 luglio 2022)

aggiornamenti 28 luglio: La Camera dei deputati con 345 voti favorevoli e 41 contrari (dei deputati di Alternativa e di Fratelli d’Italia) ha approvato il 26 luglio il disegno di legge sulla concorrenza, già approvato a maggio in Senato, che all’articolo 3 introduce le gare per le concessioni balneari entro il 31 dicembre 2024. A causa di alcune modifiche introdotte da Montecitorio, il provvedimento deve ancora tornare in Senato per la terza lettura, dove otterrà il via libera definitivo.

Per osservazioni e precisazioni: laboratoriocarteinregola@gmail.com

(*) Scade il 27 giugno il termine per presentare gli emendamenti al ddl concorrenza, che dopo essere stato approvato dal Senato, nei prossimi giorni passerà al voto alla Camera (Fonte: MondoBalneare.com)

Vedi Concessioni spiagge: potranno partecipare alle gare anche i balneari che hanno costruito abusi edilizi? (e la solita sconfitta dell’interesse pubblico di fronte a quelli privati)-28 Maggio 2022 Continua#

vedi anche: Associazione Mare Libero: la pianificazione del litorale di Ostia si faccia con la partecipazione dei cittadini 26 giugno 2022

MATERIALI

dal sito del Senato, Proposta di modifica n. 2.0.1000 al DDL n. 2469 ( vai alla pagina con inserite in rosso le modifiche degli emendamenti pubblicati)

Regione Lazio Atti del Consiglio Regionale Deliberazione del Consiglio Regionale 26 maggio 2021, n. 9 “PIANO REGIONALE DI UTILIZZAZIONE DELLE AREE DEL DEMANIO MARITTIMO PER FINALITÀ TURISTICHE E RICREATIVE, RAPPORTO AMBIENTALE E SINTESI NON TECNICA DEL RAPPORTO AMBIENTALE”scarica il PUA regionale

Vedi anche:

Da L’essenziale: Il mare senza padroni di Sarah Gainsfort 22 maggio 2022

NOTE

(1) La Giunta di Roma Capitale ha approvato una proposta di deliberazione da sottoporre all’Assemblea capitolina per la modifica del Regolamento del Decentramento Amministrativo del X Municipio. Il nodo centrale è l’abolizione dell’art. 13 relativo alla gestione del Litorale di Roma La delibera prevede inoltre l’istituzione di un tavolo tecnico permanente tra Sindaco di Roma, Presidente della Regione, Presidente del Municipio e rappresentanti dell’Agenzia del Demanio e della Capitaneria scarica https://www.carteinregola.it/wp-content/uploads/2022/06/Regolamento_Speciale_del_Decentramento_Amministrativo_nel_Municipio_XIII-ora-X-Ostia.pdf

Regolamento speciale del decentramento nel Municipio Roma XIII (oggi X)

Art. 13 Litorale

  1. E’ attribuita al Municipio la competenza in materia di:
    • –  istruttoria ed elaborazione dei progetti di assetto e valorizzazione del litorale e dei relativi atti di esecuzione, d’intesa, ove occorra, con l’Ente gestore della riserva naturale statale del litorale romano;
    • –  attività relative alla manutenzione del Canale Pescatori;
    • –  elaborazione di eventuali proposte di adeguamento e modifica, nonché l’attuazione del Piano di Utilizzazione degli Arenili.
  2. E’ altresì attribuito al Municipio l’esercizio di tutte le funzioni amministrative inerenti il demanio marittimo, ivi compresi i poteri di vigilanza e di polizia amministrativa-demaniale, ad eccezione di quanto di competenza statale, secondo le direttive stabilite dalla Giunta Municipale.
  3. Sono inoltre di competenza del Municipio le attività istruttorie ed il rilascio delle licenze per gli stabilimenti di balneazione di cui all’art. 19, comma 1, n. 8), del D.P.R. 24 luglio 1977, n. 616; secondo gli indirizzi stabiliti da apposito provvedimento dell’Assemblea Capitolina.
  4. Il Municipio, infine, assicura la salvaguardia e la tutela del paesaggio e della salubrità ambientale della zona del litorale di propria competenza. Ove occorra, il Municipio assicura le attività di salvaguardia dei beni di interesse artistico, archeologico e storico, previo parere della Sovrintendenza ai Beni Culturali di Roma Capitale.

One Response to Il video e gli interventi audio del webinar Il mare è di tutti

  1. Pingback: Associazione Marelibero: la pianificazione del litorale di Ostia si faccia con la partecipazione dei cittadini |

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *