Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Via Favignana, appello per salvare il sentiero ciclopedonale lungo l’Aniene

via favignana map

AGGIORNAMENTO 11 LUGLIO: cittadini e comitati hanno indetto per  LUNEDÌ 13 luglio DALLE ORE 19:30 ALLE 21:00 la manifestazione Salviamo il Sentiero di Via Favignana (> vai all’evento FB con le adesioni)

AGGIORNAMENTO 9 luglio 2020: il Consiglio di Stato si è espresso sulla vicenda, con una sentenza pubblica  il 6 luglio 2020 ( scarica CdS Via Favignana Pubblicato il 06-07-2020 del 2-07-2020); l’8 luglio si è svolta una commissione mobilità del Comune, nel corso della quale  la responsabile del Dipartimento di Programmazione e Attuazione Urbanistica del Comune ha annunciato che il permesso a costruire relativo ai lavori    sarà revisionato e potrebbe essere addirittura annullato. (> vai al video della commissione)

25 giugno 2020 – In via Favignana, nella zona di Montesacro – Città Giardino del III Municipio,  in seguito alla ristrutturazione e ampliamento di un condominio (autorizzata con permesso di costruire nel dicembre del 2016) a ridosso dell’Aniene e della Riserva Naturale Regionale, si sta trasformando in  strada carrabile al servizio dei nuovi appartamenti un sentiero fino al 2017 solo pedonale e ciclabile,  nel tratto verde che va dal fondo di via Favignana a Piazza Monte Gemma. Un tratto  dove passa la dorsale della sentieristica ciclo-pedonale della Riserva Naturale Valle dell’Aniene tra Via Tiburtina e Via Nomentana, inserita nel Grande Raccordo Anulare Biciclette (1).

Fin dal 2017 cittadini, associazioni  e  comitati di quartiere si sono mobilitati, cercando di fermare i lavori, che sono al centro di una vicenda molto intricata, che riguarda in buona sostanza l’esistenza di un’autorizzazione alla realizzazione della strada carrabile stessa e, ancora a monte, l’esistenza di una previsione di piano che la legittimi, nonché la proprietà di alcune particelle della superficie corrispondente alla strada, proprietà non adeguatamente accertata dai dipartimenti comunali  prima del rilascio del  permesso di costruire (2).

In seguito agli approfondimenti sollecitati dai cittadini, il Municipio ha approvato una risoluzione per il ripristino dello stato dei luoghi alterato dal cantiere e per il mantenimento del carattere ciclopedonale del sentiero (3), risoluzione poi oggetto di una determina dirigenziale, mentre  da parte  del Dipartimento P.A.U. non sono giunte risposte chiare rispetto ai presupposti del rilascio del permesso di costruire,  dato che  non possono essere garantiti  altri accessi carrabili all’immobile. In seguito il condominio  ha  impugnato la Determinazione Dirigenziale del Municipio  con un ricorso al TAR del Lazio, che ha accolto il ricorso ed ha pertanto annullato la Determinazione stabilendo che  “il provvedimento gravato sia illegittimo e debba essere annullato e conseguentemente l’Amministrazione debba rimuovere gli ostacoli materiali al passaggio carrabile nelle particelle suindicate”. Non sappiamo se il Comune abbia presnetato ricorso al Consiglio di Stato.

Al di là delle complesse  questioni giuridiche*, su cui non siamo in grado di esprimerci, raccogliamo l’appello dei cittadini di di Via Favignana, chiedendo che tutti gli enti coinvolti, direttamente e indirettamente – Regione, Comune, Municipio –  si adoperino perchè venga trovata una soluzione per salvare quel lembo di natura lungo l’Aniene dall’ennesima privatizzazione.

(AMBM)

25 giugno 2020

Per osservazioni e precisazioni: laboratoriocarteinregola@gmail.com

petizione via favignana

A questo link la petizione Un sentiero ciclopedonale trasformato in strada carrabile! https://www.change.org/p/virginia-raggi-un-sentiero-ciclopedonale-trasformato-in-strada-carrabile?recruiter=922766505&utm_source=share_petition&utm_medium=copylink&utm_campaign=share_petition

* alcune  informazioni sono state attinte da un articolo di VAS La controversa storia dell’utilizzo speculativo di un tratto di via Favignana del 17 Ottobre 2019

NOTE

(1) va tenuto presente che in base  alla  legge regionale n. 29 del 6 ottobre 1997, ai sensi della lettera l) del 1° comma dell’art. 44, istitutiva della “riserva naturale Valle dell’Aniene, relativa all’area romana localizzata all’interno del Grande Raccordo Anulare” ,  via Favignana non è all’interno della riserva naturale

(2)Il permesso di costruire è stato rilasciato dalla stessa funzionaria, che in seguito,  passata  al III Municipio,  ha emesso la determina dirigenziale per fermare i lavori, poi annullata dal TAR

(3) Il 18 ottobre 2018 il Consiglio del III Municipio ha approvato all’unanimità la risoluzione n. 11, recependo un atto della Commissione Ambiente con cui ha risolto:

“– di valutare di pubblico interesse l’uso ciclopedonale esclusivo del tratto tra via Favignana e Piazza Monte Gemma in relazione all’accesso alla riserva naturale Valle dell’Aniene;

– di voler destinare il predetto tratto a percorribilità ciclo-pedonale salva la possibilità di accesso di mezzi di soccorso;

– di trasmettere la presente Deliberazione agli Organi e uffici capitolini e municipali competenti in materia;

– di dare mandato alla Direzione del Municipio III di avviare le necessarie procedure presso i Dipartimenti competenti in materia finalizzate a quanto deliberato nei punti precedenti;

– e inoltre impegna il presidente del Municipio III a eseguire tutte le azioni possibili e necessarie affinché venga ripristinato lo stato dei luoghi alterato dal cantiere”.

Share This Post

2 Responses to Via Favignana, appello per salvare il sentiero ciclopedonale lungo l’Aniene

  1. Condominio Via Monte Gemma snc Rispondi

    16 luglio 2020 a 23:26

    Contro la violenza e la disinformazione.
    Lettera aperta ai cittadini di Città Giardino

    Da anni il condominio di Via Monte Gemma snc/via Favignana è oggetto di una campagna mediatica di disinformazione. E’ giunto il momento che i cittadini siano informati in modo corretto:
    1) Basta con le calunnie: il condominio non intende, né hai mai inteso, cementificare la strada o congiungere via Favignana con via Monte Gemma bensì avere solo un accesso carrabile (art. 1051 codice civile.)
    2) Per amor di pace e seppur non fosse un atto dovuto, il condominio ha da subito proposto di riqualificare a spese proprie la via in modo da garantire un vantaggio per tutti dotando una strada mai completata dal Comune di illuminazione, cura dei giardini, panchine in piena sicurezza e decoro. Nonché di realizzare sempre a proprie spese una pista ciclabile.
    3) A tale proposta, ad oggi, non è stato mai dato nessun riscontro ed è caduta nel vuoto.
    4) Per decenni la porzione di strada in questione è stata
    luogo di degrado, scarico abusivo di scarti edili e proliferazione di ratti.
    La zona antistante al condominio è esterna e non ha nulla a che fare
    con il parco dell’Aniene né con il “grande raccordo anulare in bici”
    (GRAB) che, come facilmente verificabile sulle pagine
    dedicate nel sito del Comune di Roma, transita
    all’interno della riserva dell’Aniene.
    5) Dopo la sentenza del TAR, e il ricorso del Comune al Consiglio di Stato quest’ultimo organo il 2 Luglio 2020, ha rimandato il pronunciamento solo per richiedere alle parti maggiori informazioni soprattutto circa le condizioni di sicurezza addotte dalla dott.ssa Di Nola a scusa per la chiusura della strada, dando ordine al comune di indicare quale siano i lavori eventualmente necessari per metterla in sicurezza.
    6) In merito alle presunte non ben precisate irregolarità del permesso di costruire si sottolinea che il condominio sarebbe eventualmente parte lesa con diritto al risarcimento dei danni poiché tali eventuali difetti sarebbero tutti da imputare unicamente ad errori degli uffici comunali ai quali è sempre stata fornita ogni documentazione di legge.
    7) Il condominio confida nell’azione delle autorità competenti affinché alla campagna d’odio continuamente fomentata con notizie false ed allarmistiche sui social media si sostituisca l’affermazione di verità e giustizia.
    8) Il rispetto dell’ambiente è anche una nostra priorità così come è una priorità il diritto ad abitare e a vivere serenamente
    Roma 13 luglio 2020
    Il condomino di via Monte Gemma snc
    https://www.facebook.com/Condominio-Monte-Gemma-Favignana-106221454048818/?epa=SEARCH_BOX

    • Redazione carteinregola Rispondi

      17 luglio 2020 a 07:50

      A breve risponderemo al documento pubblicato dal Condominio Monte Gemma

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>