Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Lettera al Sindaco Gualtieri in occasione della visita di Papa Francesco in Campidoglio

(Per un Giubileo all’insegna dell’enciclica “Laudato si” e non della speculazione privata)

Lunedì 10 giugno Papa Francesco si recherà in Campidoglio dove incontrerà prima il Sindaco Gualtieri e quindi i Consiglieri, gli Assessori e le altre Autorità invitate, pronunciando un discorso nell’Aula Giulio Cesare. «La visita di Papa Francesco in Campidoglio ci riempie di gioia e assume un particolare significato in vista dell’appuntamento giubilare, il suggello di un percorso di condivisione che stiamo portando avanti con la Santa Sede e il Governo per organizzare al meglio questo evento storico così importante per Roma e per il mondo intero» ha twittato il SindacoPapa Francesco ha usato parole memorabili perché dal Giubileo parta un fortissimo messaggio di speranza per le difficili sfide che l’umanità si trova ad affrontare; un richiamo a riscoprire il valore fondamentale della fratellanza in questi tempi così difficili, a realizzare una vera e propria alleanza sociale della speranza per la pace e per la vita, e a impegnarsi per una ecologia integrale che sappia essere ambientale, economica e sociale“.

Anche noi vogliamo ricordare l’impegno del Papa sul fronte dell’emergenza socio-ambientale con l’enciclica “Laudato sì” sulla “cura della casa comune(1) e per questo pensiamo che gli interventi  e le opere necessari allo svolgimento del Giubileo dovrebbero essere volti a far vivere  alla città e ai pellegrini un momento di raccoglimento, di comunità e di benessere e non diventare neanche in parte l’ennesima occasione per creare corsie preferenziali a interventi che ben poco hanno a che fare con il Giubileo e che impattano sull’ambiente e sul patrimonio comune. 

Ci riferiamo ad alcuni parcheggi sotterranei inseriti tra le opere giubilari che saranno finanziati da privati per essere in gran parte ceduti – venduti – per 90 anni ad altri privati che possono permetterseli, e che da cronoprogramma  saranno collaudati dopo la fine del 2025, di cui da tempo segnaliamo le controindicazioni (2) , ma soprattutto ci riferiamo al Porto turistico crocieristico di Fiumicino (3), una infrastruttura privata inserita anch’essa tra gli interventi  essenziali del Giubileo, ormai lontana da qualsiasi cronoprogramma che possa renderla  funzionale per l’accoglimento dei pellegrini. Ma soprattutto un’opera che comporta devastanti impatti sulla foce del Tevere  per gli imponenti dragaggi che devasteranno l’ecosistema marino e  per le ricadute sul paesaggio e sulla qualità della vita dei cittadini.

L’unica ragione della permanenza di tali progetti nell’elenco delle opere giubilari ci appare quella di accelerare le procedure e poter derogare alle normative grazie ai poteri speciali conferiti al Sindaco Commissario per il  Giubileo. 

Per questo i Tavoli del Porto in collaborazione con le Associazioni Carteinregola, Agenda Tevere Onlus, Italia Nostra, Scienza Radicata, LIPU, VAS (Verdi Ambiente Società) hanno scritto nuovamente una lettera al Sindaco Gualtieri e ai Consiglieri di Roma Capitale e della Città Metropolitana di Roma (4) che riportiamo in calce, con un elenco di tutte le ragioni per abbandonare definitivamente il progetto della variante crocieristica del Porto.

Perchè ai discorsi e ai manifesti d’intenti faccia seguito la responsabilità e la coerenza delle azioni di chi è alla guida della Capitale

Anna Maria Bianchi Missaglia

8 giugno 2024

La lettera: Giubileo 2025 – Intervento n. 146: Porto turistico-crocieristico di Fiumicino Isola Sacra. Segnalazione di ritardo nel cronoprogramma e mancato rispetto dei tempi Giubilari. Nota sul Cronoprogramma.

PREMESSO CHE

  • Nel Secondo DPCM Giubileo dell’8 giugno 2023, alla scheda n. 146, è stato inserito tra le opere “essenziali” il Porto turistico-crocieristico di Isola Sacra nel Comune di Fiumicino, progetto privato della Fiumicino Waterfront Srl, Società del gruppo Royal Caribbean, individuata quale “soggetto esecutore”
  • L’opera è stata identificata dal Governo italiano, nel giugno 2023, come strategica per il Giubileo 2025 nell’ambito di intervento “Accoglienza per i pellegrini e i visitatori ulteriore via di pellegrinaggio e “porta” di accesso a Roma.
  • Il Comune di Fiumicino, con delibera n. 28 del 9 agosto 2023, ha confermato al Commissario del Giubileo 2025 l’adesione al programma e l’impegno all’attuazione delle opere relative al Porto turistico-crocieristico di Isola Sacra ponendosi quindi come “soggetto attuatore”
  • Come si evince dal paragrafo in calce sulle evoluzioni del cronoprogramma, i tempi inizialmente previsti nella scheda del Dpcm dell’8 giugno 2023 sono stati modificati già pochi mesi dopo, negli elaborati sottoposti a Valutazione di Impatto Ambientale, e si sono ulteriormente prolungati in seguito alla richiesta di integrazione atti da parte del Ministero della Cultura e del Ministero dell’Ambiente, tanto che il proponente ha chiesto una sospensione della procedura, sospensione che scadrà a un anno esatto dal DPCM.
  • È evidente a questo punto che, da un lato, l’opera non rispetterà in ogni caso i tempi per i quali era stata inserita come essenziale al Giubileo dal DPCM del 2023, dall’altro, che la complessità e le criticità dell’intervento non sono compatibili con una contrazione dei tempi
  • Come si evince dalla delibera del Comune di Fiumicino l’iniziale concessione, della durata di 90 anni, che prevedeva il solo porto turistico ai fini diportistici, dovrà essere modificata per prevedere l’inserimento di un attracco crocieristico, comportando un impatto ambientale sostanzialmente diverso e che necessita di approfondite valutazioni. Peraltro, la procedura attraverso la quale si ritiene di poter pervenire al rilascio della concessione ampliata all’attracco crocieristico non ha precedenti ed è in contrasto con la normativa portuale per due ordini di motivi: perché viene assegnata senza confronto competitivo e perché prevede un allargamento dello scopo senza l’avvio di una nuova istruttoria per l’assegnazione.
  • Il progetto insiste su un territorio caratterizzato da un Sito di Importanza Comunitaria (SIC), da un’oasi LIPU, da una importante criticità idrogeologica e dalla Riserva Naturale Statale del Litorale Romano.
  • L’attracco crocieristico di Isola Sacra non è stato mai inserito nel Piano Regolatore Portuale di Fiumicino né in alcun altro strumento di programmazione nazionale e regionale. Non è stata quindi effettuata una Valutazione Ambientale Strategica (VAS) che tenga conto dell’effetto cumulativo sulla salute pubblica della presenza dell’aeroporto intercontinentale Leonardo Da Vinci e della costruzione già in corso, a una distanza di meno di 2 km, del primo lotto del Porto commerciale ad opera dell’Autorità di Sistema Portuale, per il quale nei lotti successivi è previsto un altro molo crocieristico.
  • Il territorio di Isola Sacra è per l’appunto un’isola, collegata alla terra ferma da 3 ponti, di cui uno soltanto, peraltro in rifacimento per almeno i prossimi 2 anni, collega con l’autostrada per Roma. La valutazione degli aspetti legati sia alla mobilità sul territorio che ambientali si presenta particolarmente impegnativa ma facciamo presente che l’intero quadrante comprendente, Isola Sacra, Ostia, Fiumicino e l’Aeroporto, è già oggi soggetto a forti criticità dal punto di vista della mobilità. Al traffico ordinario, già soggetto a frequenti congestioni, si aggiungerà quello dei circa 5000 croceristi, che per effetto del turn-over (arrivi/partenze) possono arrivare a 10.000 al giorno.
  • L’inserimento dell’attracco crocieristico comporta imponenti opere di dragaggio perché i fondali della zona sono per caratteristiche naturali (fondali bassi e sabbiosi) completamente inadatti ad accogliere grandi navi. Questo comporta, oltre alla necessità di approfondite analisi dell’impatto sull’ecosistema, serie conseguenze sul già fragile equilibrio di costa, gravi rischi sul comparto della piccola pesca, seri rischi per la sicurezza della navigazione e la necessità di spostare gli oleodotti che collegano i 2 terminali petroliferi posti al largo con i serbatoi collocati sulla costa.
  • La realizzazione del porto è in contrasto con le tutele paesaggistiche ovvero con la normativa del Piano Territoriale Paesaggistico Regionale e non è previsto dagli strumenti di programmazione urbanistica o portuale esistenti. Prevede addirittura una modifica della linea della costa con una struttura aggettante. L’attracco crocieristico avrebbe un insostenibile impatto anche su un paesaggio caratterizzato dal Vecchio Faro e dagli storici trabucchi con la sagoma di una grande nave della lunghezza di 362 metri alta 72, quanto un grattacielo di 24 piani. Il territorio che circonda l’area dell’intervento è ricco di emergenze archeologiche (Necropoli di Porto, Iseo di Portus, terme di Matidia, viabilità antica) che potrebbero subire le interferenze di tutte le infrastrutture necessarie al collegamento del porto. Aspetti che richiedono valutazioni approfondite e non affrettate.
  • A circa di 1 km di distanza dal porto turistico-crocieristico di Isola Sacra è già iniziata la costruzione, da parte dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale il primo lotto (darsena pescherecci) di un porto commerciale pubblico, inserito nel Piano Regolatore Portuale di Fiumicino approvato dalla Regione Lazio con Determinazione n. 358 del 13 luglio 2012, che prevede nei lotti successivi la realizzazione di 2 accosti per navi da crociera di medio/grande dimensione, che secondo gli stessi enti promotori, è una infrastruttura pubblica strategica per lo sviluppo nazionale e locale, come sancito da numerosi atti e strumenti di pianificazione di recente approvazione.
  • Si riportano di seguito le evoluzioni del cronoprogramma
    • Primo Cronoprogramma.
  • Il primo cronoprogramma è quello inserito nella scheda n. 146 (DPCM 8/6/23), secondo il quale i lavori di esecuzione dell’attracco crocieristico erano previsti in 17 mesi, con inizio 1/8/2023 e termine al 31.12.2024.
  • Si “prometteva”, pertanto, la disponibilità dell’attracco crocieristico e delle altre parti del porto per l’intero anno giubilare. È sulla base di questo cronoprogramma, per quanto apparisse già irrealizzabile, che l’opera è stata inserita tra le opere “essenziali” per il Giubileo”.
    • o Secondo Cronoprogramma.
  • Il secondo cronoprogramma è quello che compare nella documentazione presentata al MASE per la procedura di VIA. Nel documento P0031150-D-0-MP00-GE-REL-01-00 “Relazione illustrativa”, a pag. 110 è riportato un secondo cronoprogramma, che ipotizza la realizzazione del “lotto giubilare” con inizio delle opere al 30.06.2024 e la loro ultimazione al 31.07.2025. La disponibilità per i pellegrini si è quindi ridotta a 5 mesi.
    • o Terzo Cronoprogramma.
  • Nella stessa documentazione della procedura di VIA c’è però un ulteriore cronoprogramma, contradittorio rispetto a quello citato al punto precedente (documento P0031150-D-0-MP00-CACRO-01-00 Cronoprogramma delle Fasi di Cantiere), nel quale ancora l’inizio lavori del solo lotto “giubilare” è previsto per il 01.10.2024 e l’ultimazione slitta al 29.10.2025. La disponibilità dell’opera, dunque, per i pellegrini è ridotta a soli 2 mesi invernali, novembre e dicembre 2025.
  • Si osservi che dal parere preliminare della Capitaneria di Porto di Roma (Osservazioni della CPRM – Capitaneria di Porto di Roma, in data 19/12/2023 MASE-2023-0207911) si evince che nei suddetti mesi invernali lo sbarco avverrà a mezzo “battellaggio” (tendering).
  • Nella documentazione di progetto non si parla più di realizzazione dell’attracco crocieristico corredato dei necessari servizi, ma soltanto di un molo, non rifinito (il completamento è previsto successivamente).
  • Ancora più grave appare la totale assenza di elementi progettuali che riguardano:
    • o il Cold Ironing, richiesto dal Comune di Fiumicino come “conditio sine qua non” per l’attracco. delle navi
    • o le procedure e le opere relative agi imponenti dragaggi da realizzare (3.160.000 m3).
  • Per inciso sia la questione dell’elettrificazione delle banchine che quella dei dragaggi è oggetto delle richieste di integrazione documentale della nota del MASE alla VIA.

Situazione al 1° giugno 2024

Ad oggi la procedura di VIA è stata sospesa su richiesta del proponente a far data dall’inizio della seconda decade di febbraio

A partire dal 10 febbraio devono essere considerati i tempi di successivo sviluppo della procedura di VIA (D. Lgs.152/2006 art. 24 e 25):

  • o Procedura in stato sospeso per il massimo previsto dalla procedura per i progetti più complessi cioè 120 gg.
  • o La documentazione integrativa, quando ricevuta, sarà pubblicata e ci saranno 15 gg. per la presentazione delle osservazioni
  • o Entro i 10 gg. successivi il proponente ha facoltà di presentare le proprie controdeduzioni alle osservazioni
  • o Nei successivi 30 gg. la Commissione dovrà emettere il parere sulla Valutazione di Impatto Ambientale.

L’iter della VIA a seguito della richiesta di sospensione di 120gg potrà riprendere entro il 09/06/2024.

Terminata la procedura di VIA per completare l’iter autorizzativo sono necessari altri passaggi come:

  • Conferenza dei Servizi
  • Aggiornamento e stipula Accordo di Programma, Convenzione Urbanistica, approvazione variante PRG di Fiumicino
  • Modifica del titolo Concessorio demaniale in variante
  • Approvazione progetto esecutivo comprensivo delle prescrizioni e osservazioni emesse in fase autorizzativa (la previsione di FW per questa fase era marzo 2024)
  • Prequalificazione imprese e gare lavori lotto Giubileo
  • Affidamento lavori lotto Giubileo

Benché nel cronoprogramma i processi autorizzativi siano portati avanti in parallelo per ridurre le tempistiche, solo considerando il delta temporale tra i vari processi autorizzativi, per quanto questo possa risultare altamente improbabile, si rendono necessari ulteriori:

  • 60gg per il completamento degli step autorizzativi sopra citati,
  • 60gg per la progettazione esecutiva
  • 60gg per l’espletamento della gara e l’affidamento dei lavori.

Fiumicino Waterfront ha indicato in più occasioni che il tempo necessario per l’approntamento del molo crocieristico provvisorio richiede 13 mesi (395gg) a partire dall’inizio lavori.

Sommando le tempistiche citate (tutte di fonte Fiumicino Waterfront) il completamento delle opere va aderodere tutta la finestra temporale da mettere a disposizione dei pellegrini-crocieristi. Il quadro sinottico sotto riportato declina le tempistiche delle diverse fasi della realizzazione del progetto.

Sulla base dell’esame delle tempistiche e degli aspetti sopra evidenziati


SI RICHIEDE


all’On. Sindaco Roberto Gualtieri, in qualità di Commissario straordinario delle opere del Giubileo, di procedere con l’esclusione dell’opera da quelle previste per il Giubileo 2025, per la evidente impossibilità di rendere disponibile l’opera per l’utilizzo che ne ha determinato l’inserimento tra le opere “essenziali” e per la conseguente immotivata agevolazione delle procedure “semplificate” e “derogatorie” di cui si avvantaggerebbe un soggetto privato.
Fiduciosi che l’ulteriore e decisivo argomento dei contenuti del cronoprogramma inserito nel progetto definitivo sottoposto a VIA e delle osservazioni degli enti che si sono espressi evidenziando le criticità
dell’opera possa definitivamente convincere a porre fine al progetto della variante crocieristica del Porto, una vicenda caratterizzata da forzature ed anomalie ripetute, ringraziamo per l’attenzione e rimaniamo a disposizione per integrazioni informative e documentali.


Comitato I Tavoli del Porto
i
n collaborazione con le Associazioni
Carteinregola, Agenda Tevere Onlus, Italia Nostra, Scienza Radicata, LIPU, VAS

vedi anche Porto turistico crocieristico di Fiumicino cronologia materiali

Vedi anche Giubileo 2025 Cronologia materiali

Vedi anche LETTERA DEL SANTO PADRE FRANCESCO
A S.E. MONS. RINO FISICHELLA PER IL GIUBILEO 2025
dell’11 febbraio 2022

NOTE

(1) scaricaLaudato_si Eciclica Papa Bergoglio

(2) vedi

Parcheggio di Lgotevere Castello – cronologia materiali Continua#

Il Sindaco Gualtieri vuole costruire un parcheggio di 3 piani sotterranei accanto a Castel Sant’Angelo -12 Maggio 2023 Continua#

Il video di Lungotevere Castello, Piazza Risorgimento e gli altri: i parcheggi interrati del I Municipio -20 Maggio 2023 Continua#

Giubileo e parcheggi privati: non siamo d’accordo (e i conti non tornano) 18 Luglio 2023Continua#

Giubileo 2025, quali interventi previsti (ma molti saranno collaudati dopo la fine dell’evento religioso) 21 Agosto 2023 Continua#

Cantieri concomitanti nel cuore del Giubileo? -6 Ottobre 2023Continua#

Un appello al Sindaco di Roma e al Governo: cancellate il progetto del parcheggio interrato accanto a Castel Sant’Angelo, nell’area UNESCO -21 Dicembre 2023Continua#

Il I Municipio dice NO al progetto del parcheggio accanto a Castel Sant’Angelo -2 Aprile 2024Continua#

(3) vedi Porto turistico crocieristico di Fiumicino cronologia materiali

(4) vedi

Conferenza stampa sul Porto Turistico Crocieristico di Fiumicino – con l’intervento di Carteinregola 15 Marzo 2024

Porto turistico crocieristico di Fiumicino: criticità e obiezioni dei Tavoli del Porto 26 1 24

Appello contro il progetto del Porto delle Grandi Navi a Fiumicino 23 12 23

Perchè chiediamo lo stralcio del Porto turistico crocieristico di Fiumicino dalle opere del Giubileo

Procedura VIA per il progetto del Porto turistico -crocieristico di Fiumicino, le osservazioni inviate da Carteinregola -21 Dicembre 2023 Continua#

Porto turistico crocieristico di Fiumicino, gli interventi dell’audizione alla Commissione regionale Giubileo 2025-4 Dicembre 2023Continua#

Perchè chiediamo lo stralcio del Porto turistico crocieristico di Fiumicino dalle opere del Giubileo Intervento alla Commissione Giubileo della Regione Lazio dell’ Associazione Carteinregola 4 Dicembre 2023 Continua#

Porto turistico crocieristico di Fiumicino: il cronoprogramma 2023 -23 Novembre 2023 Continua#

9 agosto, presidio delle Associazioni al Comune di Fiumicino contro il “Porto della Discordia” 7 Agosto 2023 Continua#

Porto per grandi navi a Fiumicino: le associazioni scrivono al Sindaco Commissario e a tutte le istituzioni -31 Luglio 2023 Continua#

Il video del webinar: Grandi navi a Fiumicino? NO GRAZIE! 7 Luglio 2023 Continua#

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments