Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Stop alle potature (e alle capitozzature), senza se e senza ma

Via Signorelli al Flaminio (Foto AMBM)

Mentre si moltiplicano le segnalazioni di potature estreme in tutta Roma, il Coordinamento del Regolamento del Verde chiede all’Assessora Fiorini l’immediata applicazione del Regolamento approvato il 12 marzo scorso, che prevede la fine di ogni potatura non d’emergenza il 1 aprile, e il divieto di capitozzature.

Da settimane sui social rimbalzano immagini di alberi potati nel periodo successivo al primo aprile, e soprattutto di potature estreme, in molti casi vere e proprie capitozzature, che il Regolamento del Verde appena approvato, se vigente (1), avrebbe proibito.

Via Vasari al Flaminio (Foto AMBM)

Ci aspettavamo che, dopo l’approvazione, il Dipartimento Ambiente avrebbe tenuto conto, anche se il Regolamento non è ancora vigente a tutti gli effetti,  delle norme stabilite, quantomeno per dimostrare, dopo tante polemiche (2), che qualcosa era cambiato. Invece, forse per concedere alle ditte più tempo, le potature sono continuate, e anche le segnalazioni di tanti cittadini. Noi portiamo l’esempio di un caso che abbiamo verificato direttamente, potature nelle vie Vasari e Via Signorelli al Flaminio, che hanno eliminato tutti i rami con il fogliame, che ci risultano effettuate intorno al 15 aprile. Ma possiamo citare anche le potature immortalate su FB dall’assessore municipale Fabiano, in Via dei Dauni, San Lorenzo, il 6 aprile. Queste potature, su alberi già in piena stagione vegetativa possono compromettere gravemente la salute delle alberature, per non parlare della probabile presenza di nidi di uccelli. Per questi motivi il Coordinamento del Regolamento del Verde Urbano aveva chiesto, come altre associazioni, durante la discussione in Aula, un emendamento che fermasse le potature programmate al 1 marzo (3). Emendamento bocciato, ma il testo approvato è comunque molto chiaro in proposito: nessuna potatura dopo il 1 aprile (4). E nessuna potatura che privi gli alberi del fogliame, riducendo i rami a moncherini. (5)

____________________________________________________________________________

Via Vasari al Flaminio (Foto AMBM)

Carteinregola, insieme ad altre associazioni del Coordinamento ha scritto all’Assessora Fiorini chiedendo che si fermassero subito le potature non dovute ad emergenze o a necessità specifiche, e il Coordinameno ha chiesto al Presidente Diaco di mettere all’ODG della prossima Commissione Ambiente che si terrà lunedì 3 maggio la richiesta di chiarimenti sulla gestione del verde verticale e l’applicazione delle norme approvate.

L’assessora Fiorini ci ha tempestivamente risposto di “aver richiesto al Dipartimento Tutela Ambientale di adottare ogni misura che assicuri interventi rispettosi della salute degli alberi e dell’intero ecosistema coinvolto nelle operazioni di potatura“. Tuttavia a questo punto non si tratta di “assicurare interventi rispettosi”, ma di mettere uno stop chiaro e definitivo alle potature a Roma per tutto il periodo stabilito dal Regolamento.

Ci siamo impegnati perché Roma si dotasse di un Regolamento del Verde e l’abbiamo sostenuto con la nostra credibilità, impegnandoci a spiegare che finalmente sarebbero state applicate regole certe e aumentate le tutele del verde della Capitale.

Se non verrà immediatamente applicato il Regolamento, non solo dal Dipartimento, ma da tutte le ditte che lavorano in appalto, sarà davvero un’occasione persa per riconquistare la fiducia dei cittadini.

_____________________________________________________________________________

Pagina Fb dell’assessore Fabiano

29 aprile 2021

Per osservazioni e precisazioni: laboratoriocarteinregola@gmail.com

Vedi anche: Assessora Fiorini, applichiamo il Regolamento del Verde da subito -1 Aprile 2021 Continua#

Vai a Regolamento del Verde Pubblico e Privato e del Paesaggio Urbano – materiali

NOTE

(1) Il Regolamento del Verde pubblico e privato e del Paesaggio Urbano è stato approvato il 12 marzo, è stato pubblicato sull’Albo Pretorio il 16 aprile e sarà vigente 15 giorni dopo la fine della pubblicazione, il 15 maggio 2021. Vai alla pagina con il Regolamento approvato

(2) vedi Il faticoso percorso dell’approvazione del Regolamento del Verde di Roma: qualche morale della favola di Anna Maria Bianchi Missaglia -8 Aprile 2021 Continua#

(3) vedi Regolamento del Verde: ampliare il divieto di interventi sulle alberature per la tutela dell’avifauna -12 Marzo 2021 continua#

(4) Nel regolamento è stato predisposto un articolo (n. 33) e un allegato specifico sulle potature  Vedi Il Regolamento stabilisce prescrizioni stringenti per le potature? -28 Gennaio 2021 Continua#

Art. 33 – Potature

1. Gli alberi collocati in contesti naturali, parchi o giardini, avendo a disposizione lo spazio che ne garantisce lo sviluppo naturale, non necessitano, di norma, di potatura.

2. Gli alberi inseriti in ambiente urbano vanno, invece, potati al fine di ottenere lo sviluppo e la crescita migliore in rapporto ai vincoli dati dalle costruzioni e infrastrutture circostanti.

3. Nelle aree urbane la potatura ha i seguenti obiettivi: rimuovere le porzioni di chioma che rappresentano un ostacolo per la circolazione stradale, ciclabile e pedonale, che siano eccessivamente ravvicinate a edifici ed infrastrutture o che interferiscano con gli impianti elettrici e semaforici già esistenti e con la segnaletica stradale; riequilibrare e ridurre il rischio derivante da individui arborei che hanno subito danneggiamenti all’apparato radicale e che presentino danni alla struttura epigea determinata da agenti patogeni.

4. Le potature devono essere eseguite a regola d’arte, secondo le più corrette ed aggiornate tecniche arboricolturali e in relazione alle specifiche esigenze del caso; devono essere realizzate nel periodo di stasi vegetativa o nel periodo di maggiore idoneità tecnico-vegetativa proprio di ciascuna specie, tenendo conto sia del microclima della zona d’impianto sia di specifici aspetti fitopatologici e nel rispetto della nidificazione dell’avifauna, escludendo di norma il periodo che va da aprile a luglio, fatti salvi gli interventi urgenti dettati da ragioni di sicurezza ed incolumità pubblica. Nei mesi di marzo e agosto, escludendo condizioni di accertata pericolosità delle piante, la potatura non può essere effettuata su alberi in cui siano presenti nidi di uccelli o tane abitate da piccoli mammiferi o che siano utilizzati come dormitorio o posatoio da specie rare o di pregio.

5. Per la potatura occorre tener presente i seguenti aspetti (Allegato 9):
a. la riduzione della superficie fogliare si traduce in una minore disponibilità di nutrienti per le radici e le altre parti dell’albero;
b. la potatura deve essere limitata alla sola rimozione delle porzioni di chioma prive di attività vegetativa o di quelle lesionate o alterate da attacchi parassitari e da danni meccanici o meteorici, che possono pregiudicare la salute della pianta e/o la sua stabilità ovvero a quelle strettamente necessarie escludendo, interventi che alterino in maniera sostanziale la struttura della pianta, ne compromettano la crescita e ne pregiudichino la sopravvivenza. La pratica della capitozzatura è vietata;
c. Gli interventi di potatura motivati da pericolo per la pubblica incolumità possono essere effettuati anche in deroga a quanto stabilito al comma 4 del presente articolo, su disposizione del Dipartimento Tutela Ambientale.

6. Gli interventi di potatura degli alberi appartenenti a Roma Capitale o da essa gestiti, nel rispetto dei cicli biologici, dovranno essere programmati e pianificati dal Dipartimento Tutela Ambientale in accordo con i Municipi interessati, salvo ragioni di urgenza.

7. I programmi di potatura dovranno essere effettuati tenendo conto dei seguenti elementi:

  1. a)  sviluppo della pianta;
  2. b)  stato e tipologia di allevamento;
  3. c)  riduzione del rischio;
  4. d)  ultimo anno di potatura;
  5. e)  stato fitopatologico e fitostatico.

(5) scarica RQ20210000442-133692757-All. 09 interventi e tipologie di potatura e consolidamento (proposta di delibera)

One Response to Stop alle potature (e alle capitozzature), senza se e senza ma

  1. Pingback: La newsletter di Carteinregola del 6 maggio 2021 |

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *